Cecina

cecina_mare.jpg“Non han sì aspri sterpi né sì folti

quelle fiere selvagge che ‘n odio hanno

tra Cecina e Corneto i luoghi colti…”

Addirittura citata nella Divina Commedia, dimostrando così la propria storia secolare, Cecina è una delle cittadini più importanti della costa livornese.

Allora la zona doveva essere un luogo piuttosto inospitale, ma immagino quanto affascinante… Oggi che tutt’intorno ci sono ordinati campi coltivati e nessuna fiera selvaggia, Cecina è una delle località turistiche più importanti della toscana.

Vado con qualche notizia per fare conoscere a tutti questi bei posti, che prendo dal sito cecina.it

Il clima particolarmente mite, la favorevole posizione geografica, la vivacità degli eventi durante tutto l’anno e la buona cucina locale fanno di Cecina una dei luoghi turistici più ambiti di tutta Italia.

Cecina fu il centro di particolari insediamenti sia etruschi che romani, i cui resti sono conservati presso il Museo Civico Archeologico della villa La Cinquantina, dove si svolgono durante tutto l’anno mostre ed esposizioni di oggetti delle epoche passate. Da visitare anche i resti della villa romana di San Vincenzino, la cui costruzione, che risale al periodo tra il I sec. a.C. e il V sec. d.C, fu ordinata dal Console Albino Cecina, ed oggi ancora conserva mosaici e pavimenti dell’età romana oltre che una cisterna sotterranea intatta.

Mare

Marina di Cecina è una meta ideale per coloro che vogliono passare vacanze all’insegna del relax senza perder di vista le opportunità di svago e di divertimento che vengono offerte da questa località. Il visitatore potrà apprezzare il mare limpido e la lunga ed ampia spiaggia di sabbia morbida contornata da una selvaggia macchia mediterranea con la libertà di poter usufruire dei vari stabilimenti balneari, oppure dei tratti di spiaggia libera a stretto contatto con la natura. Le dune sabbiose all’interno della splendida pineta permetteranno al turista di godere di lunghe passeggiate a piedi ma anche a cavallo grazie ai maneggi presenti nei dintorni. Per gli amanti dello sport e della nautica da diporto Cecina sarà il luogo di vacanza ideale offrendo varie scuole di vela e di nuoto e un campo di tiro a volo, nonché la possibilità di ormeggiare la propria imbarcazione nel capiente porto turistico.
Da non perdere: “le spiagge bianche”. I Caraibi nostrani, a pochi km da Cecina in direzione Rosignano Solvay potrete pensare di non credere ai vostri occhi. La sabbia bianchissima, dovuto alle particelle di madreperla, e il mare cristallino simile ad un atollo polinesiano sono una meta da molti apprezzata per godersi un po’ di tropici anche in Toscana.
La posizione geografica di Cecina è una delle sue principali attrattive.
Immersa in una verde pianura questa città si trova a pochi passi dal mare ed anche a ridosso della campagna e delle vicine colline. 
Particolarmente famosa è la pineta di Cecina, conosciuta anche come Riserva statale biogenetica dei Tomboli di Cecina, che rappresenta uno dei più bei boschi italiani per la ricchezza e la diversità della vegetazione che si incontrano andando dall’entroterra verso il mare. In questo bosco, che si estende per circa 15 km passando anche per i centri abitati di Vada e Marina di Bibbona, possiamo trovare i caratteristici Tomboli, dune di sabbia ricoperte da una fitta vegetazione, oltre che particolari specie di animali (volpi, istrici, caprioli) e di piante (pini marittimi, lecci, gigli e papaveri di mare).

 

L’eredità di Fattori

2011_05_13_12_53_50.jpgQuasi fuori tempo massimo, segnalo questa interessante mostra che chiude il 3 luglio. Volevo parlarne dopo averla vista ma non sono ancora riuscito a trovare il modo di farci una capatina e quindi è meglio scrivere un post prima di perderla…

La mostra è ai Granai della Villa Mimbelli; l’ingresso intero è di 4 Euro, ma a leggere la presentazione sembra davvero valerne la pena.

Dal 14 maggio al 3 luglio ai Granai di Villa Mimbelli
L’eredità di Fattori e Puccini. Il Gruppo Labronico tra le due guerre
Dalle “Grandi manovre” del Fattori del 1897 a “L’uomo sulla luna” (1969) del Peruzzi. Nell’ampia rassegna espositiva ( in mostra 213 opere) la scuola figurativa livornese

Con una esposizione di 213 opere provenienti da 43 collezioni pubbliche e private, Livorno rende omaggio al Gruppo Labronico, gloriosa associazione di artisti ed amatori d’arte che per tutti gli anni Venti, ed oltre, sostenne e diffuse in Toscana, ma anche in tutta Italia, la conoscenza della scuola figurativa livornese scaturita dal magistero di Giovanni Fattori.
Con opere di smagliante qualità, “capaci di illuminare un contesto figurativo ancora in gran parte incognito “ – come sostengono i curatori Vincenzo Farinella e Gianni Schiavon – la mostra “L’eredità di Fattori e Puccini. Il Gruppo Labronico tra le due e guerre” aprirà il 14 maggio ai Granai di Villa Mimbelli (Museo Civico G.Fattori) per chiudere il 3 luglio.
Una rassegna espositiva, ampia e diramata, capace di rendere conto di un percorso articolato e complesso, tutto da raccontare.
Organizzata per celebrare i 90 anni di fondazione del Gruppo Labronico ( fu fondato il 15 luglio del 1920) la mostra si compone di due percorsi ben distinti, corredati da cataloghi diversi. Un primo percorso che traccia la storia del Gruppo Labronico tra le due guerre con una selezione di opere dei fondatori e dei principali protagonisti del Gruppo tra i quali : Plinio Nomellini, Gino Romiti, Giovanni March e Renato Natali; ed un secondo percorso Artisti del Gruppo Labronico nel secondo Dopoguerra, che hanno rappresentato l’associazione dal 1945 fino agli anni ’60, tra i quali Mario Borgiotti, Voltolino Fontani, Osvaldo Peruzzi, Vitaliano De Angelis.
Ad aprire il percorso al piano superiore dei Granai di Villa Mimbelli due capolavori di Giovanni Fattori: “Le grandi manovre” del 1897 e “Il pio bove” del 1904. Due opere che stanno ad indicare l’eredità lasciata del Grande Maestro. I dipinti saranno a confronto con una sceltissima antologia di opere di Mario Puccini nel cui ricordo si costituì il Gruppo Labronico; in mostra “Il Lazzeretto” del 1911, “La Metallurgica” del 1913 e l’inedito “ Il ponte con il carro” dei primi anni del 1900. A seguire sempre nelle sale al primo piano dei Granai una selezione di opere degli “anni eroici” (quelli che vanno dal 1920 al primo scioglimento del 1932) rappresentati attraverso piccole antologiche dedicate ai principali fondatori del Gruppo. Di particolare effetto la parete dedicata a Plinio Nomellini con sei tele di grande formato tra cui “L’ondata” (1924), “La Famiglia” (1930), “Gigliola” (1928). Un’intera sala sarà dedicata ad uno dei protagonisti del gruppo Labronico e della cultura figurativa livornese del Novecento, Renato Natali, rappresentato attraverso quindici tele tra cui un inedito di grande formato “ Marcia su Roma” del 1923-24.
Al piano terra dei Granai in un’unica sala sarà possibile ripercorrere le vicende del Gruppo nel secondo dopoguerra, dal 1946, quando all’indomani del conflitto mondiale si decise di ridare vita all’ associazione labronica. Accanto ai “grandi vecchi” del Gruppo, strenui difensori della tradizione fattoriana, compaiono nuove realtà orientate ad un deciso rinnovamento dei linguaggi e dei contenuti. In mostra opere di Voltolino Fontani, come “ La fabbrica” (1949) e “Fuga in Egitto” (1953) e di Osvaldo Peruzzi “L’uomo sulla luna” (1969).

MOSTRA
L’eredità di Fattori e Puccini. Il Gruppo Labronico tra le due guerre è promossa dal Comune di Livorno, dalla Fondazione Cassa di Risparmi di Livorno e dal Gruppo Labronico con il patrocinio della Regione Toscana, della Provincia di Livorno, dell’Accademia Navale di Livorno con il contributo della Camera di Commercio e dell’Associazione “Amici dei Musei e dei Monumenti Livornesi”.
Sede: Granai di Villa Mimbelli Museo Civico G.Fattori (via san Jacopo in Acquaviva)
Periodo apertura : dal 14 maggio al 3 luglio 2011 . Aperta dal giovedì alla domenica in orario 10/13 e 16/19; aperta anche il 2 giugno.
Ingresso: 4€ (intero) e 2.50 € (ridotto). Possibilità di visitare il Museo “G.Fattori” con biglietto ridotto a € 2.50.
Catalogo mostra : “L’eredità di Fattori e Puccini. Il Gruppo Labronico tra le due guerre” è di 360 pagg a colori e b/n. Il secondo catalogo “Artisti del Gruppo Labronico nella Livorno del secondo dopoguerra” ha 64 pagg a colori e b/n . Entrambi Editore Pacini.

Appuntamenti del Weekend

Logo LIperLI.jpgEccoci con alcuni degli appuntamenti da non perdere per questo primo weekend estivo.

Venerdì Buen Vivir @ Circoscrizione 4 

Venerdì Inaugurazione Mostra Il candidato – Potere Politico a Livorno @ Bottini dell’Olio 

Venerdì-Sabato-Domenica Cinema all’aperto @ Villa Fabbricotti

Sabato-Domenica Festa della Solidarietà @ Barequo 

Sabto-Domencia Ceneri alle Ceneri @ Fuoricentro 

Fino al 3 luglio L’eredità di Fattori e Puccini @ Granai di Villa Mimbelli 

Fino a settembre E-state in Piazza @ Piazza Mazzini 

 

 

 

 

 

Renato Guttuso

119.jpgPer la serie grande arte, segnalo questa interessante mostra alla Galleria Guastalla dedicata a uno dei miei pittori preferiti: Renato Guttuso.

La mostra ha inaugurato già a fine maggio ma durerà fino al 10 di settembre, così c’è tutto il tempo per un bel giro.

Riporto di seguito il comunicato di presentazione della mostra e ricordo a tutti che la Galleria Guastalla si trova in Via Roma, 45

La Galleria Guastalla Centro Arte rende omaggio a Renato Guttuso nell’anno del centenario della nascita con una mostra dove saranno presenti circa 40 opere fra dipinti, tecniche miste, disegni e opere grafiche originali.

Guttuso nasce nella cittadina siciliana di Bagheria il 26 dicembre 1911,e inizia appena tredicenne a dipingere e a firmare i propri quadri; dopo gli studi liceali e universitari la sua formazione artistica si modella sulle correnti figurative europee, ispirandosi in particolare ad artisti quali Courbet, Van Gogh e Picasso e dopo aver rifiutato ogni canone accademico s’inserisce nel movimento artistico di “Corrente”, che con atteggiamenti scapigliati, sul finire degli anni ’30 s’oppose alla cultura ufficiale connotandosi di una forte opposizione antifascista.

L’artista non cesserà mai di lavorare sui temi delle nature morte, degli oggetti delle case umili della sua terra, degli squarci di paesaggio del Golfo di Palermo, dei quartieri di Bagheria. Puntualmente torna a stupire, alternando la visione luminosa e piena di colore di quadri che ritraggono la città natale a dipinti più impegnati, come la  “Battaglia al ponte dell’Ammiraglio” del 1952, e ancora con una serie di dipinti dal vero che trovano ispirazione dalle lotte contadine per l’occupazione delle terre , gli zolfatari, o squarci di paesaggio fra cactus e ficodindia, ritratti di amici e uomini di cultura.

Affascinato dal modello dantesco, dal ‘59 al ‘61 l’artista concepisce una serie di opere che poi verranno pubblicate in un volume edito da Mondadori, “Il Dante di Guttuso”, in cui i personaggi dell’Inferno vengono rivisitati come esemplari della storia del genere umano, confermando la versatilità dell’ingegno dell’artista.

Anche la figura femminile diventerà poi dominante nella sua pittura come lo fu nella vita privata. La mostra vuole offrire lo spunto per una riflessione sull’artista con opere che richiamano alcuni dei temi che hanno contraddistinto la carriera artistica di Guttuso.

Apre la mostra  il dipinto del 1939 “Cestino con frutta” (olio su compensato, cm 30×40) : una delle straordinarie nature morte che Guttusorealizza dal ’37 al ’39 e che oggi sono di difficile reperibilità.

“La stalla”, 1951 (olio su tela cm 113,5×133,5) è uno di quei grandi dipinti che Guttuso realizza negli anni ’50, di chiaro stampo neorealista e di denuncia sociale: quest’opera partecipò alla Biennale di Venezia del 1952, ed era ritenuta così importante dall’artista stesso, che sul retro scrive di suo pugno “non vendibile mai”.

Rientra invece nella serie di dipinti ispirati alla sua terra natia il quadro “Tetti di Palermo”, del 1976 (olio su tela cm 81×70), dove la ricerca del senso del colore e l’assoluta libertà della prospettiva rendono il dipinto di grande qualità e piacevolezza, come anche “Edera e falce” del 1962 (olio su tela cm 60×73) dove il soggetto apparentemente semplice diventa in realtà il pretesto per mostrare la sua grande abilità pittorica: questo dipinto, già appartenuto alla collezione di Giovanni Testori, fu esposto all’importante mostra antologica al Palazzo della Pilotta di Parma del 1963/64.

L’ immaginazione esplorativa di Guttuso non si esercita solo sull’attuale ma sente il bisogno di estendersi ai “testi” in virtù della propria vocazione culturale; è così che nascono le illustrazioni  eseguite negli anni ’60 per il volume ”Il Dante di Guttuso” (ed.Mondadori). In mostra sono esposte alcune di queste rare tecniche miste, dove personaggi dell’attualità si possono scorgere nei vari gironi danteschi.

Due raffinate tecniche miste del 1973, fanno  invece parte delle illustrazioni delle “Lettere persiane”, celebre romanzo di Montesquieu che critica la società europea non risparmiando né chiesa né istituzioni politiche.

Il “Cavolo”, del 1972 (disegno a china e acquarello cm 51×69) e “Polli al gancio”del ’74 (disegno a china cm 66×56) sono disegni preparatori per il grande e celebre quadro della “Vucciria” che sarà invece visibile nella sua interezza nella versione grafica stampata dall’artista nel 1985 presso la stamperia d’arte Graphis Arte di Livorno.

In mostra sarà esposta anche l’opera “Omaggio a Amedeo Modigliani” del 1984, attualmente esposta presso la Casa Natale dell’artista: è la litografia originale a colori eseguita in omaggio al grande artista livornese nel centenario della nascita su invito della galleria Guastalla-Graphis Arte di Livorno, presso la quale furono anche organizzate alcune importanti mostre negli anni settanta. 

Sarà visibile in mostra anche una selezione di disegni e di opere grafiche tra le più rappresentative realizzate da Guttuso oltre a vari volumi a lui dedicati.

Spazio Zero – Cultura inagibile

Lascio decisamente spazio a parole musica e immagini di questo bellissimo video (e a quelli successivi) a proposito della chiusura dello SpazioZero. Purtroppo la festa di addio (arrivederci, speriamo) è già passata – e anch’io me la sono persa purtroppo! – ma questi video restano come testimonianza di uno spazio che non dovrebbe morire.

Appuntamenti del Weekend

Logo LIperLI.jpgEd eccoci a un nuovo weekend che ci porta finalmente all’agognata estate!… Vado a segnalarvi come sempre alcuni appuntamenti, e vi rimando a Liperli per tutto il resto delle cose da fare…

Vi ricordo che sabato c’è la notte blu, di cui abbiamo già parlato qui qualche giorno fa.

 

Venerdì Buen Vivir @ Circoscrizione 4

 Venerdì Spettacolo Fine Anno – Nuovi Suoni @ Teatro C

Venerdì D-Vaga @ Elvis’ Fan Club

Sabato Buon Compleanno Emergency @ Tre Ponti 

Sabato Virginiana Miller + Ixindamix @ Tre Ponti 

Sabato Economia Solidale @ Piazza Mazzini  

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Basket livornese

libertas.jpgLa passione per il basket a Livorno non è mai finita… Nonostante le crisi e i fallimenti delle società… 
Oggi volevo parlare di un sito pieno di passione per il nostro basket; un sito che come si legge dall’introduzione che è “nato” – come idea immagino – “nel 1932 quando un gruppo di giovani dette vita a una piccola squadra cittadina”
La sede di quest’incontro e l’inizio di questa avventura è il campo del Gymnasium, erano gli albori del basket in Italia e a Livorno.
La passione esplose immediatamente e Livorno – nella storia – è stata l’unica città in Italia ad avere due squadre in serie A: ovviamente PL e Libertas.
Per ora è rimasta la passione e moltissime squadre giovanili e di dilettanti, sperando sempre di poter tornare al palazzetto a vedere il grande basket.
Tutta la storia di ieri e di oggi la trovate qui: http://www.ilbasketlivornese.it/

Notte Blu 2011

nb5_s.jpgTorna il prossimo weekend la Notte Blu a Livorno e su tutta la nostra bella costa. Moltissimi appuntamenti da non sapere davvero cosa fare…

Vi allego il programma previsto per Livorno e vi rimando al sito dell’organizzazione per tutti gli altri appuntamenti.

http://www.notteblucostadeglietruschi.it/it/home.asp

 

SABATO POMERIGGIO

Mercato alla Rotonda di Ardenza dalle ore 17,00 alle ore 24,00 con circa 60 ambulanti dei settori alimentare e non alimentare

Aquiloni in Blu alla Terrazza Mascagni: nel pomeriggio costruzione degli aquiloni e a seguire il lancio in cielo

Giro in Battello con Aperitivo Blu: un viaggio alla scoperta della storia e della cultura livornese lungo il percorso dei canali. Al termine del tour, aperitivo al Bar Cellini sul Porto Mediceo. Partenze ore 16,00 – 17,00 – 18,00. Imbarco al Porto Mediceo – Scalata Emiciclo, ritrovo partecipanti al monumento dei 4 Mori. Costi adulti € 13,00, bambini € 8,00. Info e prenotazioni Coop Itinera 348.7382094, fax 0586.219475, giro.battello@itinera.info

Festa dell’Economia Solidale in Piazza Mazzini organizzata da Slow Food Livorno, che festeggia il 25° compleanno di Slow Food Italia, dal Centro Commerciale Naturale Il Borgo e dal Coordinamento dei GAS, i Gruppi di Acquisto Solidale. Saranno presenti alcuni produttori della filiera corta che rifornoscono i gruppi di acquisto solidali livornesi, artigiani, associazioni e operatori delle energie rinnovabili

La Casa natale di Amedo Modigliani sarà aperta dalle ore 18,00 alle ore 22,00. All’interno è stata allestita come un museo organizzato su un percorso biografico. Livorno, via Roma 38. Info 320.8887044, www.amarantaservice.it

L’Acquario effettuerà un’apertura straordinaria dalle ore 11,00 alle ore 23,00(ultimo ingresso ore 22,15). Prezzo promozionale € 8,00 adulti e € 5,00 ragazzi. Dalle ore 21,30 e fino alla chiusura degustazione di vini della zona a cura dell’associazione Fisar. Piazzale Mascagni, 1. Info 0586.269111, info@acquariolivorno.it, www.acquariolivorno.it

Sangriata con musica dal vivo al Nuovo Mercatino Americano, che restarà aperto con orario continuato 

Nello spazio antistante la Chiesa di San Jacopo, sul lungomare, l’Associazione Shiatsu Quo dalle ore 18,00 alle ore 2,00 della notte offrirà brevi trattamenti gratuiti,musicoterapia vibrazionale (trattamenti gratuiti con campane tibetane e campane di cristallo), dimostrazioni di Tai Chi Chuan e Qi Gong con il coinvolgimento dei presenti 

La Casa natale di Amedo Modigliani sarà aperta dalle ore 18,00 alle ore 22,00. All’interno è stata allestita come un museo organizzato su un percorso biografico. Livorno, via Roma 38. Info 320.8887044, www.amarantaservice.it 

Fiori, piante, libri antichi e associazioni onlusnegli stands allestiti in Viale Caprera e Scali Rosciano, nelQuartiere Venezia. Dalle ore 18,00 alle ore 3,00. A cura dell’Associazione Venezia

Gruppi musicali Buskets (artisti di strada) si esibiranno in vari luoghi nel Quartiere Venezia. A partire dalle ore 18,00 e fino a notte inoltrata. A cura dell’Associazione Venezia

SABATO NOTTE

Manifestazione musicale Surfer Joe Summer Festival: la musica surf è fondamentalmente rock’n’roll. Fortezza Vecchia 

Settima Milonga Solidaria, serata di Tango Argentino organizzata dall’Associazione Ixnous. Il ricavato sarà devoluto in beneficienza. Lungomare Terrazza Mascagni. A partire dalle ore 19,00. Info info@ixnous.org

Ai Bagni Pancaldi alle ore 21,30 inaugurazione del cartellone spettacoli 2011 con Festa da discoteca per i giovani. A tutti gli intervenuti saranno offerti starlight (collanine e braccialetti fluorescenti). Sarà inoltre creata un’ambientazione in blu. 

Esibizione del Tai Chi Associazione Oriente a cura della ASD Acquaviva. Bagni Pancaldi. Inizio ore 19,30. Info 0586.814179, info@orienteacquaviva.it, www.orienteacquaviva.it

Gara remiera Coppa Ilio Barontini 44° edizione. 3.200 metri a cronometro lungo iFossi Medicei intorno ai quartieri storici della città. Partenza ore 22,30 dagli Scali delle Cantine, vengono percorsi Scali del Pontino, Scali Reali, Scali Rosciano, Darsena Vecchia, Ponte Nuovo, Scali d’Azeglio, Scali A. Saffi, Il Voltone, per arrivare di nuovo agli Scali delle Cantine. Info 0586/201320

Nello spazio antistante la Chiesa di San Jacopo, sul lungomare, l’Associazione Shiatsu Quo dalle ore 18,00 alle ore 2,00 della notte offrirà brevi trattamenti gratuiti,musicoterapia vibrazionale (trattamenti gratuiti con campane tibetane e campane di cristallo), dimostrazioni di Tai Chi Chuan e Qi Gong con il coinvolgimento dei presenti 

Sangriata con musica dal vivo al Nuovo Mercatino Americano, che restarà aperto con orario continuato

Piano bar e spettacolo con Paolo Migone. Ingresso € 5,00. Bagni Tirreno ore 21,30 Viale Italia 36, info 0586.820169, www.bagnitirreno.it, bagnitirreno@gmail.com 

Festa LaRoboterie, musica elettronica, tecno e mostra di pittura, con la direzione artistica di Gianni Chelli e Alessandro Ciferri. Ospiti la cantante Ixindamix e la pittrice Libera Capezzone alias Libertà. Spiaggia dei Tre Ponti a partire dalle ore 20,00 

Serate con musica a partire dalle ore 21,00 ai Bagni Nettuno (Viale Italia 16, info 0586.807121), ai Bagni Lido (Viale Italia 192, info 0586/501153), ai Bagni Onde del Tirreno (Viale Italia 118, info 0586.501105)

Beach Party con dj dall’aperitivo fino a notte inoltrata al Bar La Vela, in Viale Italia 86, info 0586.509421

VeneziaBlu in contemporanea: arte contemporanea tra le strade, le piazze ed i negozi del Quartiere Venezia. Saranno presenti artisti di Livorno e di altre città della Toscana che si ispireranno al tema della Notte Blu. A partire dalle ore 19,00. A cura dell’Associazione Venezia

In prossimità di Piazza Cavour al Bar Soft alle ore 19,00 Oscar Bauer e le sue chitarree alle ore 20,30 spettacolo di Roberto Luti, al Bar Mariposa alle ore 19,00 il Mollica Trio, alla Pizzeria 57100 alle ore 20,30 Morning Skifflers Duo e alle ore 22,00 Oscar Bauer e le sue chitarre, alla Pizzeria da Tony alle ore 20,30 One Man Band, alMetropolis Bar alle ore 22,00 Pepe & Molloca Duo e alle ore 23,00 One Man Band & Special

Spettacoli musicali e intrattenimento presso i locali del Quartiere Venezia a partire dalle ore 21,00

Il Museo Fattori resterà aperto con ingresso gratuito dalle ore 21,00 alle ore 23,00. Alle ore 21,00 e alle ore 22,00 spettacolo di tango argentino “Tango, fra anime e maschere” a cura di TangoOcho. Viale della Libertà 30, info 0586.897890, segreteria@agaveservizi.it

Il Museo di Storia Naturale del Mediterraneo effettuerà un’apertura straordinaria dalle ore 21,30 alle ore 24,00 (visita guidata su prenotazione € 3,00 a persona). Inoltre alle ore 22,00 nella Sala del Mare, tra balene e capodogli, concerto della Corale Giovanile Nuovo Cacciucco diretta dal Maestro Nicola Ricci. E alle ore 23,00 nell’Orto Botanico osservazioni astronomiche con i telescopi e la guida dell’ALSA, Associazione Livornese Scienze Astronomiche. Palloncini blu per i bambini. Via Roma 234, info 0586.266711, musmed@provincia.livorno.it, www.provincia.livorno.it

Il Museo Diocesano effettuerà un’apertura straordinaria e gratuita con visite guidate dalle ore 21,00 alle ore 23,00. Via del Seminario 61, info 0586.276211, beniculturali@livorno.chiesacattolica.it

Mercato alla Rotonda di Ardenza dalle ore 17,00 alle ore 24,00 con circa 60 ambulanti dei settori alimentare e non alimentare

Aquiloni in Blu alla Terrazza Mascagni: nel pomeriggio costruzione degli aquiloni e a seguire il lancio in cielo 

Percorso termale, fragole &… tocchi di massaggio benessere a bordo piscina: laWellness & Beauty Spa del Grand Hotel Palazzo si veste di blu. Ore 21,00 – 24,00. Prezzi € 100,00 la coppia, singolo € 60,00. Capienza massima 20 persone. Preferibile la prenotazione (50% del costo da versare alla prenotazione). Piazza Modigliani 1/A (lungo Viale Italia). Info 0586.1945080, www.spagrandhotelpalazzo.it,beautyfarm@grandhotelpalazzo.it

Defilé di moda e Spettacolo con i cantanti della scuola Talent School. In Piazza XX Settembre

Fiori, piante, libri antichi e associazioni onlusnegli stands allestiti in Viale Caprera e Scali Rosciano, nelQuartiere Venezia. Dalle ore 18,00 alle ore 3,00. A cura dell’Associazione Venezia

Gruppi musicali Buskets (artisti di strada) si esibiranno in vari luoghi nel Quartiere Venezia. A partire dalle ore 18,00 e fino a notte inoltrata. A cura dell’Associazione Venezia

Nel Quartiere Venezia proiezione sui muri di immagini e filmati della città di Livorno e spettacoli di intrattenimento nei locali. A cura dell’Associazione Venezia

Musica Blues in Via Buia (Quartiere Venezia) a partire dalle ore 21,30. A cura dell’Associazione Venezia

Cabaret con Marco Contein Piazza dei Domenicani (Quartiere Venezia). Ore 21,30. A cura dell’Associazione Venezia

Il coro Accademia Vocale Città di Livorno si esibirà nella Chiesa di Santa Caterina, in piazza dei Domenicani (Quartiere Venezia). Ore 18,00. A cura dell’Associazione Venezia

A scuola di cacciucco: micro-corso di cacciucco e di altri piatti della tradizione livornese con dimostrazione pratica di cucina a cura dell’Associazione Cacciucco Livorno. Presenti stands di prodotti gastronomici provenienti dal territorio livornese, in collaborazione con Slow Food. Inoltre degustazione di vini pregiati sempre del territorio a cura della Fisar, Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori. Inizio ore 19,30. Anfiteatro del Museo di Storia Naturale della Provincia di Livorno, via Roma 234. Info 0586.266711, fax 0586.260747, musmed@provincia.livorno.it

DOMENICA

Giro in Battello e merenda del Pescatore in Cantina: un tour lungo i canali medicei per ripercorrere la storia della tradizione remiera, le sue cantine, gli aneddoti e le gesta dei vogatori e finire con una merenda del pescatore. Partenza ore 18,30. Ritrovo al Ponte San Giovanni Nepomuceno c/o il Palazzo della Provincia piazza del Municipio 4, imbarco Cantina Circolo San Jacopo. Costo adulti € 13,00, bambini (6-12 anni) € 10,00. Info Coop Itinera 348.7382094, fax 0586.219475, giro.battello@itinera.info 

Festa dell’Economia Solidale in Piazza Mazzini organizzata da Slow Food Livorno, che festeggia il 25° compleanno di Slow Food Italia, dal Centro Commerciale Naturale Il Borgo e dal Coordinamento dei GAS, i Gruppi di Acquisto Solidale. Saranno presenti alcuni produttori della filiera corta che rifornoscono i gruppi di acquisto solidali livornesi, artigiani, associazioni e operatori delle energie rinnovabili

La Casa natale di Amedo Modigliani sarà aperta dalle ore 10,00 alle ore 12,00. All’interno è stata allestita come un museo organizzato su un percorso biografico. Livorno, via Roma 38. Info 320.8887044, www.amarantaservice.it

Al Museo Fattori alle ore 16,30 e alle ore 17,30 spettacolo di danza Armonie Danzate. Coreografie di Ilaria Magonzi e Stefania Valdisserri. Ballerini: Eva Arlachi, Laura Balzano, Maria Enrica Biagini, Linda Casarosa, Camilla Domenici, Greta Ferretti, Enrico Giacomelli, Lavinia Lorenzetti, Irene Pozzi, Gea Ristori, Barbara Romano. Infi Coop Agave 0586.897890, 348.3801479, segreteria@agaveservizi.it

L’Acquario effettuerà un’apertura straordinaria dalle ore 11,00 alle ore 19,00(ultimo ingresso ore 183,15). Prezzi biglietti € 12,00 adulti e € 6,00 ragazzi. Piazzale Mascagni, 1. Info 0586.269111, info@acquariolivorno.it, www.acquariolivorno.it

Un voto per la democrazia

nucleare-295x300.jpgPer questo weekend sospendiamo la consueta rubrica degli appuntamenti (potete comunque trovare tutto su LiperLi), per parlare del voto di Domenica e Lunedì per i quattro referendum su Acqua, Nucleare e Legittimo impedimento.

Voglio parlare del referendum perché questo è un voto per la democrazia e per il diritto di cittadinanza. In generale i referendum sono espressione di grande democrazia; in questo periodo storico – dove la classe politica appare sempre più lontana dai cittadini, e con il partito al governo che spinge per l’astensione e ha provato in tutti i modi a non farci partecipare – votare, dire la propria, essere cittadini liberi e responsabili, è un segnale importantissimo.

Dal mito della Grecia di Pericle, dove i cittadini erano chiamati a decidere il governo della città e cosa fosse il bene per loro e per tutti, siamo arrivati a questa democrazia molto imperfetta dove sempre più spesso le decisioni sono prese a livelli lontanissimi dai cittadini, con strade più che tortuose e nebulose, e spesso contro gli interessi dei molti. Domenica e Lunedì possiamo invece di nuovo tornare cittadini liberi e decidere le cose che interessano noi e i nostri figli. Più che un voto sul nucleare e l’acqua (cose comunque fondamentali su cui credo sia giusto dire la propria) è un voto per riacquistare questa consapevolezza e rispetto di se stessi. 

E’ una fregatura quella di chi dice che è un diritto anche stare a casa e non votare, perché abitua all’indolenza e all’ignavia. Proprio il genere di cittadini che vogliono i cattivi governanti. Non lasciamo che altri decidano per noi! Riprendiamoci la nostra dignità, la nostra libertà, la nostra vita!

W gli impiegati delle poste

Coda-alla-Posta51-150x150.jpgVolevo ringraziare pubblicamente gli impiegati degli uffici postali che in questi giorni sono assaliti da orde di utenti inferociti… Il sistema informatico è saltato, i computer si bloccano e le file arrivano fuori dagli uffici…

Ho passato due mezze mattinate alle poste – una alla stazione e una sul Viale Italia – e ho potuto verificare direttamente la situazione… Drammatica!

Persone sull’orlo di una crisi di nervi, anziani disperati, anziani arruffapopoli, un sacco di gente che chiede legittimamente un servizio ma se la prende sempre con le persone sbagliate…

La cosa da sottolineare è che gli sportelli sono rimasti in piedi e tutto il sistema non è crollato solo e unicamente per la dedizione e lo spirito di sacrificio – per la comunità – dimostrata da tante persone che fanno il loro lavoro con coscienza.

Quindi grazie a voi per il vostro lavoro di questi giorni.