Appuntamenti per il Weekend!

libreria edison, villa trossi uberti, guastalla centro arte, galleria peccolo, don nesi coreaTutti gli appuntamenti del weekend per grandi e piccini …i dettagli su

http://www.liperli.org/calendario/

 



Venerdì 29

 

9:15 Primavera in Arte @ Libreria Edison 
Livorno

10:00 
Corsi estivi per Bambini @ Villa Trossi Uberti  Livorno

10:00 
Nocturn matinal @ GUASTALLA CENTRO ARTE 
 Livorno

10:30 
SANDRO DE ALEXANDRIS @ GALLERIA ROBERTO PECCOLO Livorno 


18:30 Inaugurazione mostra “Velocemente Casuario” @ Centro Michon via Michon 36/38, Livorno

18:30 
Claudio Barontini: Volti Vip e Pose di Celebrita @ Cesare Paciotti Lounge Bar

21:00 Convegno “Economia Armata” Movimento Non Violento @ Ass. Don Nesi Corea Livorno

23:45 FRANKIE CARIBBEAN NIGHT @ FRANKIE PUB p.zza dei Mille Livorno

 

Sabato 30

 

9:15 Primavera in Arte @ Libreria Edison 
Livorno

10:00 
Corsi estivi per Bambini @ Villa Trossi Uberti Livorno 


10:00 
Nocturn matinal @ GUASTALLA CENTRO ARTE Livorno 


10:30 
SANDRO DE ALEXANDRIS @ GALLERIA ROBERTO PECCOLO Livorno 18:00 
da pParte a pArte @ Laboratori di Colli e Staino 


18:30 
Claudio Barontini: Volti Vip e Pose di Celebrita @ Cesare Paciotti Lounge Bar

20:30 Apericena 21:30 Presentazione Diario di Viaggio “War are you from?” di Giacomo Mari a Sini @ Laboratorio di quartiere Ska-Est via Pannocchia 71 Livorno

 

Domenica 1 luglio

 

10:00 Corsi estivi per Bambini @ Villa Trossi Uberti Livorno 


10:00 
Nocturn matinal @ GUASTALLA CENTRO ARTE 
Livorno

10:30 
SANDRO DE ALEXANDRIS @ GALLERIA ROBERTO PECCOLO Livorno 


21:30 
Eventi @ Calamoresca

 

 

C’era una volta la Casa della Cultura

casa della cultura, cisternino, cisternino 2020In fondo a via Grande (in fondo partendo dal mare), subito prima di P.zza della Repubblica, sul lato sinistro c’è uno storico edificio neoclassico che da ormai troppo tempo è rimasto chiuso ed inaccessibile a tutti coloro che in maniera stabile o fuggevole vivono qui a Livorno: il Cisternino di Città.

Edificato nella prima metà dell’800 su progetto di Pasquale Poccianti nel contesto del compimento dell’Acquedotto Leopoldino (per quanto come serbatoio per ragioni storiche non abbia mai funzionato), il Cisternino ha avuto un ruolo importantissimo nella seconda metà del ‘900, quando nel dopoguerra diventò uno dei luoghi simboli della rinascita sociale e culturale della città martoriata dai bombardamenti, ovvero la Casa della Cultura. Funzionando, con mostre d’arte, attività, laboratori, iniziative, convegni, almeno fino a tutti gli anni ’80; negli anni ’90 iniziò prima un periodo di gestione a singhiozzo al quale seguì la definitiva chiusura.

Poi, in seguito anche a continui appelli e mobilitazioni per la sua riapertura, finalmente nel 2008 la vecchia Casa della Cultura torna all’attenzione di tutta la città con un apposito processo partecipativo legato alla riqualificazione funzionale della struttura, il cosiddetto Cisternino 2020, un percorso lungo ed articolato che ha coinvolto centinaia di livornesi e non che si sono espressi sul “Cosa fare” della ex Casa della Cultura. Percorso che trovava il suo compimento formale nel 2009 con l’approvazione da parte della Giunta Comunale del Testo Unico per la gestione del Cisternino di Città. Ma a distanza ormai di più di tre anni e di decine di migliaia di euri spesi (tra riqualificazione e progetto) i portoni della Casa della Cultura restano inesorabilmente chiusi. Si dice che non ci siano soldi. Non stento a crederci, chiaro, ma l’impressione è che oltre alla mancanza di soldi ciò che ancora tiene chiusi quei portoni è la mancanza di idee e prospettiva da parte di coloro che per volontà popolare e competenze sono stati scelti per amministrare questa città. Non riuscite a risolvere il problema a trovare soluzioni alternative, ma almeno accettate questo piccolo sfogo.

foto: wikipedia

“Art Pesce Fresco”…quando riciclare diventa creatività

Stefano Pilato, Art Pesce Fresco, borgo cappuccini, Fin da bambina ho sempre trascorso le mie estati al mare, sulla spiaggia passavo le mie giornate raccogliendo conchiglie, pezzi di legno, vetri, pezzi di mattonelle colorate, sassi, oggetti restituiti dal mare. Scegliere Livorno come città dove vivere ha rappresentato una continuità emotiva nel legame verso il mare. C’è un piccolo laboratorio nel quartiere dove abito (Borgo dei Cappuccini), al numero civico 71, dove ho ritrovato pezzi della mia vita. Dal 1993 Stefano Pilato (livornese classe ’65) lavora alla produzione artistica alla quale ha dato il nome di “Pesce Fresco”. Dall’assemblaggio di oggetti (soprattutto legno) recuperati sulle spiagge etrusche prendono vita creature marine (pesci, balene, polpi, granchi e tanti altri personaggi che popolano il mare). Entrare nella bottega di Stefano (stracolma di oggetti) è come sedersi ad ascoltare una fiaba tramandata da generazioni, un mondo fantastico dove i materiali rivivono una nuova vita diventando occhi, pinne, code, tentacoli. Queste favole portano l’immaginazione verso mondi lontani e raccontano storie sempre nuove.

 

http://www.artpescefresco.com/

 

foto: artpescefresco

 

video: Carneigra “La Nave” (2009)

http://virgiliolivorno.myblog.it/archive/2011/02/02/la-nave.html

 

video: Ottavo Padiglione “In Vacanza” (1999)

http://www.youtube.com/watch?v=n7TNPIkRnvY

 

 

 

Appuntamenti per il Weekend!

libreria edison, biblioteca labronica, guastalla centro arte, Villa Trossi Uberti, galleria peccolo, grattacielo, Tutti gli appuntamenti del weekend …i dettagli su

http://www.liperli.org/calendario/

 



Venerdì 22

 

9:15 Primavera in Arte @ Libreria Edison Livorno

10:00 
COGNIZIONI UTILI di Yonel Hidalgo Perez @ Biblioteca Labronica “F.D Guerrazzi” – Villa Fabbricotti 
 Livorno

10:00 
Corsi estivi per Bambini @ Villa Trossi Uberti 
Livorno

10:00 
Nocturn matinal @ GUASTALLA CENTRO ARTE 
Livorno

10:30 
SANDRO DE ALEXANDRIS @ GALLERIA ROBERTO PECCOLO Livorno

21:30 
IO, L’EREDE & SOTTRAZIONI E ADDIZIONI @ Grattacielo Livorno

 

Sabato 23

 

9:15 Primavera in Arte @ Libreria Edison Livorno

10:00 
COGNIZIONI UTILI di Yonel Hidalgo Perez @ Biblioteca Labronica “F.D Guerrazzi” – Villa Fabbricotti 
 Livorno

10:00 
Corsi estivi per Bambini @ Villa Trossi Uberti 
Livorno

10:00 
Nocturn matinal @ GUASTALLA CENTRO ARTE 
Livorno

10:30 
SANDRO DE ALEXANDRIS @ GALLERIA ROBERTO PECCOLO 
 Livorno

21:30 
IO, L’EREDE & SOTTRAZIONI E ADDIZIONI @ Grattacielo Livorno

 

Domenica 24

 

9:15 Primavera in Arte @ Libreria Edison Livorno

10:00 
Corsi estivi per Bambini @ Villa Trossi Uberti Livorno

10:00 
Nocturn matinal @ GUASTALLA CENTRO ARTE Livorno

10:30 
SANDRO DE ALEXANDRIS @ GALLERIA ROBERTO PECCOLO 
 Livorno

18:30 
Claudio Barontini: Volti Vip e Pose di Celebrita @ Cesare Paciotti Lounge Bar 


Baccalà alla livornese

baccalà alla livorneseHo sempre preferito i piatti della cucina semplice e casalinga a quelli più elaborati e pieni di ingredienti (di cui, a volte, non se ne conosce neppure la provenienza!). La cucina livornese è ricca (un mix di originalità e fantasia) di piatti semplici soprattutto a base di pesce. Anche i migliori ristoranti in città conservano e tramandano le ricette della tradizione che hanno le loro origini nella storia della nascita di Livorno, da sempre multietnica e crocevia di traffici marinai piuttosto che corte nobiliare adatta a sontuosi banchetti. La sua natura di porto di scambio ha favorito l’ingresso di nuovi ingredienti come i peperoni e i pomodori che sono la base appunto del baccalà (merluzzo sottosale, metodo di conservazione importato dai pescatori baschi) alla livornese.

Ingredienti per 4 persone:

800 gr di baccalà ammollato

6 cucchiai di olio

400 gr di pomodoro

olio extravergine d’oliva

aglio

prezzemolo

pepe

farina

 

Il baccalà va ripulito bene levandogli le lische. Tagliatelo a cubetti di circa 5×5 cm. Fatto questo lavatelo, strizzatelo e asciugatelo.
Infarinate leggermente i cubetti e metteteli a dorare in una teglia con l’olio (fate dorare tutti i lati) . A questo punto versate del pomodoro ed un pizzico di pepe nero. Si fa cuocere per alcuni minuti, all’occorrenza si può aggiungere un pò di sale. Per finire si prepara un battutino di aglio e prezzemolo, lo si sparge sul baccalà e si fa cuocere ancora pochi attimi.

 

E come sempre BUON APPETITO!

Foto: menuturistico.blogspot.it

In giro nella Notte Blu, tra Caproni e Barontini

Coppa Barontini, Borgo Cappuccini, Bodeguita, Barrocciaia, Quartiere Venezia, notte blu livorno, fortezza vecchia, P.zza Cavallotti, pentagono buontalenti,Per il secondo anno consecutivo uno dei tradizionali appuntamenti della vita dei Livornesi, la “Coppa Ilio Barontini”, gara remiera a cronometro che si svolge lungo i fossi medicei, è stato organizzato in contemporanea con altro evento di socializzazione (e rilancio commerciale) dell’estate della provincia labronica, ovvero la Notte Blu, con negozi aperti fino a tarda sera e spettacoli sparsi in vari angoli della città.

Come ricordavo in un post di un paio di settimane fà, le gare remiere sono occasioni per riscoprire ogni anno la natura acquatica della città. Nello specifico la Coppa Barontini, intitolata al livornese Ilio Barontini (leggendario comandante partigiano, membro della Assemblea costituente e Senatore della Repubblica, scomparso nel 1951) e giunta quest’anno alla 45esima edizione, ci permette di godere dei percorsi e specchi d’acqua dei “Fossi” (canali scavati a partire dal XVI secolo su iniziativa di Cosimo I dei Medici), la cintura d’acqua che partendo dalla Darsena Nuova abbraccia il cosiddetto pentagono del Buontalenti (la pianta storica della città, diciamo il centro storico, per quanto atipico rispetto al canonico centro storico dell’immaginario comune, soprattutto della Toscana) e che si perde nei canali del Quartiere Venezia per poi ricongiungersi al mare sotto la Fortezza Vecchia, di fianco alla Darsena Vecchia.

Andare a vedere la Barontini vuol dire quindi innanzitutto godersi i percorsi e gli scorci insoliti della città di sera, che cambiano a seconda da dove si arrivi e dove si voglia arrivare (perchè la coppa la si può seguire da molti posti diversi). Percorsi e scorci da due anni arricchiti dall’incrocio con gli eventi della Notte Blu, che se da una parte distoglie l’attenzione dalla gara, dall’altra porta molte più persone in strada, anche chi è meno affezionato ai gozzi e che magari, vogliamo sperare, ne abbia per caso, attraversando un ponte o sostando su una spalletta in Venezia, scoperto la forza e la magia.

Io sono partita dal quartiere dove vivo Borgo dei Cappuccini, risalendo la lunga Via Verdi ed attraversando la Piazza Cavour in direzione degli Scali Olandesi.. ma per l’occasione mi sono permessa una deviazione nella vicina e raccolta P.zza Caproni, uno spicchio di città intitolata ad un suo immenso personaggio, il poeta Giorgio Caproni, dove era stata organizzata una maratona notturna di letture. Giusto il tempo per godere in silenzio della lettura di alcuni suoi versi che poi mi hanno accompagnata per tutto il resto della serata, attraversando il ponte davanti a Via Novelli, passando di fianco al Mercato Centrale per risalire gli Scali Saffi prima e San Cosimo poi per poi curvare, godendo di un suggestivo scenario naturale, a sinistra verso P.zza della Repubblica, ovvero un immenso e largo ponte di fatto, sotto al quale passano infatti i gozzi dei vari rioni che si contendono la Coppa e che sbucano dall’altra parte nello specchio d’acqua che circonda la Fortezza Nuova. Dalle grate nel mezzo alla P.zza si possono sentire le voci e vedere i remi dei vogatori nel massimo del loro sforzo da una prospettiva davvero speciale. E poi ancora perdersi nei colori e riflessi dei palazzi degli Scali delle Cantine, che dal Pontino portano seguendoli in Venezia, dove la Coppa viene seguita da ponti e spallette tra un ponce, una birra o il celebre mojito della Bodeguita, uno dei tanti locali del caratteristico quartiere.

E proprio da P.zza dei Domenicani (giusto sopra la Bodeguita) dove spicca la cupola ottagonale della Chiesa di Santa Caterina, in direzione di Via della Madonna e transitando da P.zza Cavallotti, ancora animata dai musicisti dell’Orchestrina e da chi ancora mangia e beve ai tavoli della mitica Barrocciaia me ne torno stanca verso casa. Stanca ma vincitrice, già, perchè nel frattempo mi sono scordata di dirvi che questa 45esima edizione della Barontini durante la quale si è ricordato la scomparsa recente (6 aprile) di un grande livornese amante dello sport Gino Calderini (presidente provinciale del Coni) l’ha vinta proprio l’armo bianconero a 10 remi del Borgo Cappuccini.

Cosa volere di più da una notte blu?


Foto: Martina Bacci


 

 

 

Weekend speciale con la Notte Blu!

Notte Blu Livorno, libreria edison, biblioteca labronica,guastalla centro arte, galleria peccolo,Weekend speciale, sabato 16 e domenica 17 la città vivrà la sua Notte Blu piena di iniziative. Due giornate di concerti, mercatini, spettacoli, cene a tema, degustazioni di prodotti tipici, musei aperti, beach party, shopping, promozioni, e tanto altro  …il programma completo sul sito ufficiale http://www.notteblucostadeglietruschi.it/

Per gli altri appuntamenti dettagli su http://www.liperli.org/calendario/

 

Venerdì 15

 

9:15 Primavera in Arte @ Libreria Edison 
Livorno

10:00 
COGNIZIONI UTILI di Yonel Hidalgo Perez @ Biblioteca Labronica “F.D Guerrazzi” – Villa Fabbricotti 
Livorno

10:00 
Corsi estivi per Bambini @ Villa Trossi Uberti 
Livorno

10:00 
Nocturn matinal @ GUASTALLA CENTRO ARTE 


10:00 
Tattoo Convention @ La Bastia 
Livorno

10:15 
Primavera della Scienza edizione 2012 @ Livorno 


10:30 
SANDRO DE ALEXANDRIS @ GALLERIA ROBERTO PECCOLO Livorno 


11:00 
ENERGETICA FESTIVAL @ Parco La Pinetina, Riotorto 


19:45 
Energetica Festival @ Pisa/Piombino 


21:00 
Film @ Arsenale – PI

 

Sabato 16

 

9:15 Primavera in Arte @ Libreria Edison 
Livorno

10:00 
COGNIZIONI UTILI di Yonel Hidalgo Perez @ Biblioteca Labronica “F.D Guerrazzi” – Villa Fabbricotti 
Livorno

10:00 
Corsi estivi per Bambini @ Villa Trossi Uberti 
Livorno

10:00 
Nocturn matinal @ GUASTALLA CENTRO ARTE 
Livorno

10:00 
Tattoo Convention @ La Bastia Livorno 


10:15 
Primavera della Scienza edizione 2012 @ Livorno 


10:30 
SANDRO DE ALEXANDRIS @ GALLERIA ROBERTO PECCOLO 
 Livorno

11:00 
ENERGETICA FESTIVAL @ Parco La Pinetina, Riotorto 


19:45 
Energetica Festival @ Pisa/Piombino 


21:15 
Autour de la Lune+Infinitudini di Bruno Secchi LIVE @ Libreria Edison Livorno

 

 Domenica 17

 

9:15 Primavera in Arte @ Libreria Edison 
Livorno

10:00 
COGNIZIONI UTILI di Yonel Hidalgo Perez @ Biblioteca Labronica “F.D Guerrazzi” – Villa Fabbricotti 
Livorno

10:00 
Corsi estivi per Bambini @ Villa Trossi Uberti 
Livorno

10:00 
Nocturn matinal @ GUASTALLA CENTRO ARTE 
 Livorno

10:00 
Tattoo Convention @ La Bastia Livorno 


10:30 
SANDRO DE ALEXANDRIS @ GALLERIA ROBERTO PECCOLO Livorno 


11:00 
ENERGETICA FESTIVAL @ Parco La Pinetina, Riotorto 


15:00 
MUSICA W CONTEST LIVE 2012 @ Malandrone 


17:30 
SUPERNOVA SHOWCASE @ LIVORNO TATTOO CONVENTION 


19:45 
Energetica Festival @ Pisa/Piombino 


21:30 
Eventi @ Calamoresca

 

 

Lucciole in festa a Villa Regina

festa delle lucciole, villa regina, wwf livornoSabato 9 giugno non è stata una serata come tutte le altre quella che si è svolta a Villa Regina (splendido parco situato nel quartiere di Borgo dei Cappuccini). Come ogni anno (questa era la settima edizione), il WWF ha organizzato la Festa delle lucciole. Molto suggestivo il percorso tracciato con le lanterne lungo i vialetti. Il tempo sembra fermarsi davanti allo spettacolo naturale delle lucciole che, nonostante l’invasione dei lampioni urbani e il rumore del traffico, anche questa volta sono apparse numerose per la gioia di grandi e piccini. È impagabile la meraviglia negli occhi dei bambini davanti alle piccole lucine ad intermittenza e per una sera niente televisione e giocattoli per vivere un momento semplice e pulito immersi nella natura. Al prossimo anno, sempre con la speranza che le lucciole ci allietino con la loro presenza!

 

Weekend… tutti gli appuntamenti!

biblioteca labronica, guastalla centro arte, grattacielo, galleria peccolo, cage theatreTutti gli appuntamenti del weekend …i dettagli su

http://www.liperli.org/calendario/

 



Venerdì 8

 

9:45 Carrara + Il Ritorno @ TST Art Gallery 


10:00 
COGNIZIONI UTILI di Yonel Hidalgo Perez @ Biblioteca Labronica “F.D Guerrazzi” – Villa Fabbricotti 
Livorno

10:00 
Nocturn matinal @ GUASTALLA CENTRO ARTE 
Livorno

10:15 
Primavera della Scienza edizione 2012 @ Livorno 


21:00 
Film @ Arsenale – PI 


21:30 
Extended Family Jams. La musica di Charles Manson & The Family @ Centro Culturale Cantiere Sanbernardo di Pisa 


21:30 
IO, L’EREDE & SOTTRAZIONI E ADDIZIONI @ Grattacielo Livorno

 

Sabato 9

 

10:00 COGNIZIONI UTILI di Yonel Hidalgo Perez @ Biblioteca Labronica “F.D Guerrazzi” – Villa Fabbricotti 
Livorno

10:00 
Nocturn matinal @ GUASTALLA CENTRO ARTE Livorno

10:15 
Primavera della Scienza edizione 2012 @ Livorno 


10:30 
SANDRO DE ALEXANDRIS @ GALLERIA ROBERTO PECCOLO 
 Livorno

20:15 
OFFLAGA DISCO PAX IN CONCERTO @ Two Beaches – PI 


21:00 
Film @ Arsenale – PI 


21:15 
SHANDON @ The Cage Theatre 
Livorno

21:30 
Extended Family Jams. La musica di Charles Manson & The Family @ Centro Culturale Cantiere Sanbernardo di Pisa 


21:30 
IO, L’EREDE & SOTTRAZIONI E ADDIZIONI @ Grattacielo Livorno

 

Domenica 10

 

10:00 COGNIZIONI UTILI di Yonel Hidalgo Perez @ Biblioteca Labronica “F.D Guerrazzi” – Villa Fabbricotti 
 Livorno

10:00 
Nocturn matinal @ GUASTALLA CENTRO ARTE 
 Livorno

10:15 
Primavera della Scienza edizione 2012 @ Livorno 


10:30 
SANDRO DE ALEXANDRIS @ GALLERIA ROBERTO PECCOLO Livorno 


21:00 
COLIN GILMORE & MUSIKANTO in concerto @ Gattarossa Calamoresca 


21:00 
Film @ Arsenale – PI 


21:30 
Eventi @ Calamoresca 


21:30 
IO, L’EREDE & SOTTRAZIONI E ADDIZIONI @ Grattacielo Livorno

 

 

A passeggio con.. i Risi’atori

Coppa Risi'atori, Coppa Barontini, Palio Marinaro, Scali Novi Lena, Borgo dei Cappuccini, La meloria, Piazza MazziniOgni anno, nel periodo estivo, a Livorno si volgono le tradizionali gare remiere che rinsaldandano il forte legame che la città ha con il mare.

Domenica scorsa, 3 giugno, con la “Coppa Risi’atori” si è infatti aperto il cosiddetto “mese del remo”, durante il quale si svolgeranno le altre due tradizionali gare che formano il “trittico”, ovvero la “Coppa Barontini” e il “Palio Marinaro”. Tre diverse manifestazioni sportive con protagonisti i “gozzi” (imbarcazioni a 4 e 10 remi) dei vari quartieri cittadini che riempiranno diversi specchi d’acqua della città.

La Risi’atori, come spiegano a chi proprio di Livorno non è, i vari siti istituzionali e non, “è stata ideata per ricordare le mitiche gesta di coloro che nei secoli scorsi, su fragili imbarcazioni, andavano per mare, spesso in burrasca, a portare soccorso ad altri marinai sfortunati che stavano naufragando nelle acque di fronte al nostro porto e spesso proprio nelle secche della Meloria da dove parte la gara. Erano chiamati risi’atori, dal verbo risicare (rischiare) e da questi coraggiosi nasce la storia della città, del porto e della economia di Livorno”.

E quest’anno il mare in burrasca c’è stato da vero, con onde ingrossate dal forte vento di scirocco.

Già perchè ¾ della gara si svolge in mare aperto, con partenza dalle secche della Meloria per finire alla linea d’arrivo nella Darsena Nuova, nello specchio d’acqua davanti agli Scali Adriano Novi Lena dietro ai quali si estende il quartiere popolare di Borgo dei Cappuccini. Più di 7000 i metri del percorso per i gozzi a 10 remi (quelli a 4 hanno un percorso più breve, circa 2500 m, stesso l’arrivo ma differente il luogo di partenza anche se sempre in mare aperto, vicino alla diga che protegge l’ingresso al porto).

Molti tradizionalmente seguono la gara proprio in mare aperto con imbarcazioni private (che spesso però creano intralcio sia ai gozzi che alle imbarcazioni di supporto alla gara), ma il grosso attende gli equipaggi, ognuno sperando che quello che rappresenta il proprio quartiere arrivi prima degli altri, a terra, disponendosi sulle “spallette” e moletti in un continuo spaziale che forma una sorta di abbraccio della Darsena Nuova: da Via del Molo Mediceo, ponte mobile compreso (dal quale la prospettiva è magicamente suggestiva ed il mare quasi acceca riflettendo la luce del sole nel quale si perdono i profili e le sagome delle imbarcazioni che entrano in porto), passando da Via Cialdini, fino a tutti gli Scali Novi Lena, che finiscono la dove comincia la P.zza Mazzini: che per l’occasione ospita un “caotico” e colorato mercatino.

In attesa che arrivino i gozzi così, aggiornati dallo speaker che gracchia dagli altoparlanti sparsi lungo gli Scali incorniciati dallo sventolio delle bandiere con i colori dei vari quartieri, è piacevole passeggiare dalla città fino alla punta dei Piloti e viceversa, magari gustandosi un gelato o una bibita fresca, nel caos tipico di queste occasioni scoprendo i mille scorci e le mille facce che questa città, se la si osserva bene, sà regalare.

 

Per la cronaca, nella gara a 10 remi ha vinto il gozzo bianco-rosso del Venezia, una delle “cantine” più forti ed attrezzate. Nelle gozzette a 4 remi si è invece imposto l’Ardenza.

L’appuntamento con i “gozzi”(da disciplina anzi, mondo esclusivamente maschile negli ultimi anni si è aperta anche ad equipaggi femminili che gareggiano però naturalmente a parte), è per il prossimo 16 Giugno, con la Coppa Barontini, intitolata al famoso partigiano labronico, che animerà le spallette lungo i Fossi Medicei, ovvero i canali d’acqua che circondano l’antica pianta pentagonale della città.

 

 

Foto:

http://livornodailyphoto.blogspot.it