W i chicchi!

candycanes.jpgGiorni freddi di un sole limpido…il mercato è pieno di colori e voci. Noci, noccioline, datteri, frutta secca  e candita di tutti i tipi, a Livorno “i chicchi” non mancano mai! Un personaggio tipico della nostra città è stato ed è ancora oggi il chiccaio. Nei racconti delle nonne girava in bicicletta con davanti incorporato un carretto che custodiva tante bontà e meraviglie. Appena i bambini intenti nel gioco sentivano la sua voce si interrompevano immediatamente e gli correvano incontro: noccioline, seme, carrubbe, zizzole, chicchi di zucchero e perfino buste sorpresa, ma quelli che più attiravano l’attenzione erano i “chicchi di menta” o “duri di menta” che costavano poco. Questi nascevano da una tradizione natalizia nella quale si voleva rappresentare il Signore dolce ma nel contempo solido come una roccia. A livorno il colore era verde appunto e ci volevano i denti “boni” (dicevano gli anziani !). Oggi i chiccai vendono grandi varietà di dolcetti di tutte le forme possibili ed immaginabili ma vorrei raccontarvi la ricetta dei chicchi di menta per ritrovare un po’ quel sapore antico e genuino oramai svanito….

 

Dosi per qualche durone di menta

 

400 gr di zucchero

olio q.b.

pochi cucchiai di acqua

essenze coloranti q.b.

 

Sciogliere lo zucchero con qualche cucchiaio d’acqua a 150°, poi colarlo su di una lastra di marmo precedentemente oliata e impastarlo continuamente fino a farlo risultare compatto lasciandolo ancora caldo e malleabile.

Dividere l’impasto in due parti e unire l’essenze colorate di menta e fragola. Lavorarlo fino a creare dei bastoncini e chicchi di menta. Il procedimento è semplice e consiste nel distendere la massa facendo una specie di treccia, continuamente riportata al suo punto di partenza. Questo allungamento continuo rende lo zucchero filoso e un attimo prima che si freddi procedere al taglio e gustatevi quel sapore unico e magico!

 

(da Paolo Ciolli, La pasticceria a Livorno Storie e ricette, Ed. Erasmo 2010)

W i chicchi!ultima modifica: 2012-12-12T08:00:00+00:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento