Effetto Venezia 2009

effetto venezia.jpgAnche quest’anno lo storico quartiere Venezia si animerà di luci, suoni e colori.

 

Per quest’edizione Effetto Venezia, dal 31 luglio al 9 agosto, offre un cartellone di spettacoli veramente interessante. Sul palco principale di Piazza del Luogo Pio ci saranno Nada, Gilberto Gil, Gatti Mezzi, Bobo Rondelli, Max Gazzè, Enzo Jannacci e altri.

Si inizia il 31 luglio con la notte bianca e il Palio dell’antenna, per proseguire con nove giorni in cui si potrà vivere il quartiere con spettacoli, ristoranti in strada, rappresentazioni più o meno grandi, più o meno ovunque.

La cosa che più mi piace di Effetto Venezia da quando son piccino è proprio la gente per la strada, le bancarelle, i tavoli dei ristoranti in piazza, i palchi improvvisati con i quartetti d’archi o le recite di poesie, le mostre d’arte…

Una vera festa!…

Tutte le info e il programma completo su: http://www.livornoeffettovenezia.it/

Effetto Venezia 2009ultima modifica: 2009-07-24T08:30:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Effetto Venezia 2009

  1. Si e vero il panorama notturno di effetto venezia e molto suggestivo ma a mio parere toglie a livorno altre possibilità. Le feste di partito non vengono piu fatte e se.. come quella.. alla rotonda non a niente a che vedere con quelle di una volta. Effetto venezia a mio parere e solo il modo di tentare di trasformare una citta industriale a turistica, con scarso esito fino ad oggi, si i livornesi vanno in strada ma solo per il refrigerio e per alcune occasioni di manifestazione, per avere successo dovrebbe vivere più a lungo ma non credo che possa andare, anche per i residenti che spesso e volentieri si fanno sentire nella circoscrizione e sulla stampa.

  2. Le feste di partito non vengono più fatte perché non esistono più i partiti!… intesi come aggregazione di uomini e donne animati dagli stessi ideali…

    Sono d’accordo che la città andrebbe vissuta in strada tutto l’anno, al di là dell’aspetto turistico, ma proprio per vivere la nostra città e condividerne il territorio.
    Queste manifestazioni secondo me servono proprio per questo, almeno una volta ogni tanto…

Lascia un commento