Lo scoglio della Regina

scoglio della regina.JPG

Proseguendo il giro cittadino sulle cose ancora da finire di sistemare, parliamo oggi della bellissima passeggiata a mare dello Scoglio della Regina. Per chi non lo sapesse lo “scoglio” si trova tra il cantiere e il porticciolo di città.

Qui non si capisce se il travagliato cantiere sia fermo o attivo. Il viale di accesso è sicuramente pronto e anche uno dei due edifici che è oggi adibito ad un centro di ricerca universitaria.

I cartelli davanti al cancello però sono due: uno di questo centro studi di robotica marina, l’altro del cantiere, che quindi sembra ancora aperto…

Di sicuro, come potete vedere nella foto scattata qualche giorno fa, la piccola spiaggia è indecente.

Le persone più temerarie e agili passano quando è chiuso da una scaletta laterale dal bacino per arrivare sul mare, che dalla fine del molo dev’essere veramente bello. Io non mi ci sono avventurato mai, nel caso un giorno dovessi trovare aperto farò una foto per il blog.

Insomma, anche questa mi sembra al momento un’altra perla di questa città non adeguatamente utilizzata.

Il lungomare di Livorno

SDC10934.JPG

In uno studio del Corriere della Sera di qualche settimana fa è emerso che Livorno è la città italiana in cui il mare è meglio inserito nel tessuto urbano e nella vita della città.

Il lungomare di Livorno inizia accanto al vecchio cantiere Orlando e prosegue per diversi chilometri di largo marciapiede fino ad Antignano. La parte più famosa e scenografica è sicuramente la Terrazza Mascagni, luogo per eccellenza per le “vasche sul mare”. Proseguendo verso sud si arriva in Piazza San Jacopo e ancora all’Accademia Navale fino all’Ardenza con la rotonda e ancora giù verso il bel litorale di Antignano.

Con un raggio di sole anche invernale il lungomare di Livorno si riempie di giovani e meno giovani, corridori e ciclisti, passeggini e monopattini, una festa!…

A Livorno il mare è vissuto davvero intensamente. D’estate sugli scogli e su tutte le spiagge da Tirrenia a Bibbona, d’inverno e nella mezza stagione per le “giratine sul mare”, avanti e indietro sulla passeggiata…

Teniamocelo stretto il nostro mare e non pensiamo che sia una cosa da poco…

 

Refugio

scali refugio.jpgDomenica riapre ufficialmente il Refugio per la nuova stagione; teatro-officina autogestito anche quest’anno proporrà spettacoli di diverso genere, incontri, mostre, corsi, in un ambiente rinnovato. Nuovo palco, nuova cabina regia, nuove luci.

Per l’inaugurazione il Refugio apre sin dalla mattina con la colazione equa e solidale in collaborazione con l’associazione Ecomondo. La sera invece il programma propone Indirefugio, un festival musicale di nuovi talenti che si sottoporranno al giudizio di una giuria popolare e una di esperti.

I concorrenti si potranno fare accompagnare da un solo strumento musicale oppure direttamente a cappella.

Speriamo che coi lavori abbiano migliorato anche un pochino l’isolamento acustico… L’altr’anno ricordo un bellissimo concerto dei Carneigra interrotto da una battagliera signora scesa dal piano di sopra brandendo una scopa come una clava e urlando frasi irripetibili… Non le piaceva la musica evidentemente…

Dettagli… Il Refugio è davvero un bel posto. Atmosfera rilassata, begli spettacoli di teatro e musica, prezzi più che popolari, il tutto nella cornice della Venezia: il massimo…