Pentagono del Buontalenti

piazza repubblica.jpgDopo l’esperienza del Cisterino 2020, che avrebbe dovuto essere un esperimento da applicare poi a tutte le grandi decisioni da prendere, il Comune lancia un nuovo grande percorso partecipativo sulla riqualificazione urbana del centro, denominato “pensiamo in grande”.

Il Comune di Livorno si pone l’ambizioso obiettivo di decidere insieme come riqualificare il centro, dal punto di vista architettonico, culturale, produttivo, ecc…

Qui potete trovare tutti i dettagli http://www.comune.livorno.it/_livo/pages.php?id=6586〈=it

Pur dovendo necessariamente salutare ogni processo partecipativo con gioia, sorgono alcuni dubbi. Il primo: perché si mettono in piedi questi processi partecipativi per la riqualificazione urbana e non invece per altre decisioni più importanti come fare o non fare un nuovo ospedale? Questa decisione è stata partecipata nel senso che è stata comunicata, quando già avvenuta…

Secondo dubbio: perché si fanno questi processi partecipativi così enormi e liberi nei fini e nei metodi e non ci si concentra su decisioni anche più piccole ma di più facile soluzione e comprensione? Cisternino 2020 mi è sempre sembrato buffo proprio il nome… 2020, accidenti e quanto ci vuole per sistemarlo??…

Vabbe’, partecipiamo dove e come è possibile almeno…

Prima questione che pongo allora: fare un altro centro commerciale fuori città? Non mi si dica che non c’entra con il Pentagono del Buontalenti però, eh… c’entra eccome, chiedetelo ai banchisti del mercato!!

Poi?…

Foto: Piazza della Repubblica (Foto di Livorno – Facebook)

 

Pentagono del Buontalentiultima modifica: 2009-12-23T08:30:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “Pentagono del Buontalenti

  1. 1) ricostruire piazza grande come prima della guerra 2) ripristinare il vecchio tracciato dell’aurelia e abbattere il ponte di calignaia 3) abbattere il cavalcavia della stazione per farci un sottopasso e recuperare l’area delle acque della salute 4) fare una rotatoria all’intersezione dell’aurelia con l’autostrada all’altezza dell’agiplas 5) … Mostra tuttorendere accessibile a tutti la torre del marzocco 6) abbattere il muro di via della cinta esterna e dare aria alle mura degli ex macelli 7) abbattere i palazzi orrendi di viale italia tipo quello dove si trova pulcinella 8) una pista ciclabile che vada da nord a sud senza interruzioni 9) l’accesso libero al mare 10) il ripristino e la riapertura di molte cantine lungo i fossi

  2. Ehhehehe… hai detto nulla!!

    Tra le cose fattibili e più urgenti io direi sicuramente: abbattere il cavalcavia della stazione, pista ciclabile, accesso al mare più libero e pulizia dei fossi…

    Poi ci metterei anche sostituzione dell’asfalto in Piazza della Repubblica e Piazza Venti con alle brutte un po’ di brecciolino

    Già così comunque la vedo dura…
    Mi sa che il Comune vuole sapere di che colore fare le panchine!!

    Ciao, Franco

  3. Di cose da fare ce ne sarebbero tante… alcune delle quali necessiterebbero di fondi imporetanti che difficilmente penso possano essere trovati. Il cavalcavia della Stazione penso sia il più urgente e quello che darebbe i benefici maggiori alla città.Fare un sottopassaggio potrebbe essere evitato creando un collegamento con la parallela che passa dietro alle Fonti del Corallo che a quel punto dovrebbe essere completamente restaurata e riqualificata. Ammetto che andare in quel parco sia da sempre uno dei miei sogni da quando sono piccolo,spero davvero di riuscire a vivermi questa bellissima struttura,simbolo livornese di una epoca liberty, che io adoro.Sogno di viverla come prima di noi hanno fatto i nostri avi,che mai avrebbero creduto che con il passare del tempo,i livornesi stessi, la lasciassero andare a”marcire” fino a cortruirci una strada sopra…

  4. Non ho ben capito cosa intendi, come si fa a saltare la ferrovia? La strada che dici tu è comunque al di qua dei binari, in qualche modo bisogna passarli…

    Comunque sulla viabilità ce ne sarebbero davvero tante di cose da fare… ieri, antivigilia di Natale, da Via de Larderel arrivando dalla stazione dovevo andare in via Mentana… Le vie si incrociano quasi, però per questa manovra bisogna fare tutto il giro del voltone… ci ho messo venti minuti!!… tutto bloccato, e non c’era nessun incidente…

    Ovviamente la colpa è mia che il 23 dicembre alle sette di sera mi trovavo in macchina in piazza della Repubblica… ma così è stato…

    Ciao, F.

Lascia un commento