Lettera aperta a Cosmi

cosmi.jpgCaro Cosmi, scrivo questa lettera non sapendo ancora se sei ancora l’allenatore del Livorno o no.

Seguo il Livorno da che son piccino, non ci è mai interessato nulla della categoria in cui si giocava, si è sempre voluto soltanto una squadra gagliarda per cui tifare, anche in Serie C. Da molti anni questa squadra mancava, dai tempi di Jaconi probabilmente, un altro allenatore che abbiamo amato moltissimo. Ora ci sembrava che quella squadra piano piano stesse tornando; e stiamo giocando in Serie A… per noi è un sogno incredibile.

Caro Cosmi, scusa se sono schietto, a Livorno usa così: troppo facile andarsene ora! Troppo comodo anche… Sei tornato al calcio importante dopo un periodo in cui eri fuori; ti sei rigenerato qui a Livorno (grazie alla tua professionalità certo) ma ora che la squadra e la città hanno bisogno, dici che te ne vai. Così non si fa.

Hai problemi con Spinelli!? Digli solo di rispettare il contratto e di non interessarsi di problemi tecnici. Non hai a disposizione i giocatori che reputi importanti per restare in serie A? Gioca con quelli che hai, nessuno ti farà una colpa se si va in serie B giocando a testa alta. I problemi sono diversi? Falli presenti a tutti, la città ti seguirà…

Ma non te ne andare così. Lasciando a tutti quest’amaro in bocca e la brutta sensazione che hai còlto un’opportunità al volo quando hai visto la mala parata per ripartire da qualche altra parte…

Con stima. Franco Muntargon.

 

 

Lettera aperta a Cosmiultima modifica: 2010-01-27T08:30:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Lettera aperta a Cosmi

Lascia un commento