L’acqua del pozzo

ardenza_tre_ponti_0001.jpgA volte ci si chiede se si va in avanti o indietro… Alcune cose di questo presente o futuro sembrano più scolorite e insipide di immagini che ci arrivano dal passato.

L’acqua che beviamo oggi la compriamo al supermercato in bottiglie di plastica. Queste bottiglie hanno viaggiato per centinaia di chilometri portandosi dietro tutto l’inquinamento per trasportarle e tutto quello venuto fuori nel processo di produzione. In più, nel trasporto e nei magazzini, magari al caldo, la plastica delle bottiglie ha avuto modo di sciogliersi impercettibilmente nell’acqua che poi beviamo. Tutto molto sano!

I nostri nonni invece andavano al pozzo vicino a casa a prendere l’acqua gratuitamente in bottiglie di vetro. Nella camminata e nell’attesa del proprio turno c’era anche modo di fare due chiacchiere con i vicini. E l’acqua era più buona, e gratuita… senza nessuna conseguenza negativa per l’ambiente e per l’uomo.

Secondo questa filosofia, avevo già parlato qualche tempo fa qui delle varie iniziative della Provincia per ridurre i rifiuti e l’inquinamento, tra cui le fontanelle di acqua di qualità gratuita. Le prime fontanelle sono state installate e ieri passando le ho viste ai tre ponti.

Si torna a prendere l’acqua del pozzo insomma e mi sembra una cosa bellissima. Non necessariamente tutto quello che è nuovo è per forza migliore…

Foto (gazebo.wordpress): i tre ponti

L’acquedotto di Colognole

800px-Acquedotto_di_Colognole_(Livorno)_Sorgenti.JPGPer pasquetta, o per un altro giorno di questa primavera finalmente in arrivo (speriamo tenga…), vi suggerisco un classicissimo: passeggiata sulle tracce dell’acquedotto di Colognole.

L’acquedotto Leopoldino, leggo da Wikipedia, ha portato l’acqua in città fino al 1912 e oggi rifornisce ancora i Paesi di Parrana e Valle Benedetta; questi granduchi le cose le sapevano fare e l’acquedotto resta un esempio di opera pubblica come si facevano una volta, efficienti e addirittura belle… tra l’altro l’acquedotto si inserisce benissimo nella natura circostante divenendo parte del paesaggio.

Nei boschi intorno all’acquedotto si celebra da sempre il rito labronico di Pasquetta con relativo picnic.

 

Ci si puo’ arrivare salendo a Colognole oppure a Castel Anselmo.

 

Visita all’acquario con i pesci

estate-a-cattolica-acquario.jpgIeri sono finalmente riuscito a visitare il bellissimo acquario di Livorno completamente rinnovato dopo anni di chiusura. Insomma, avevano detto massimo a Marzo si potrà entrare e sono stati di parola questa volta! Che spettacolo! Che pesci!!

Ho visto uno squalo che giocava con un delfino. Ho visto una medusa gigante del Rio delle amazzoni con colori incredibili!

Tutto bellissimo, vasche piene di pesci colorati e di tutte le forme, pannelli mobili che spiegano la vita del mare, ambiente molto elegante, anche un grande bar con ottimo caffè tra l’altro!

Abbiamo aspettato tanto ma alla fine siamo stati ripagati. Andate a visitare l’acquario di Livorno, fa concorrenza a quello di Genova.

Mi dispiace solo che, per ragioni editoriali di Virgilio, questo post sui pesci esca oggi, 2 aprile e non ieri, giorno di visita: 1 aprile…

Foto: Acquario di Cattolica (Riminicitymap)