Acqua Bene Comune

interno-del-cisternone.jpgSono state raggiunte un milione di firme per i referendum sull’acqua pubblica. Un successo clamoroso: già il doppio delle firme richieste e il termine per la raccolta non è ancora scaduto. Anche a Livorno e in Toscana so che le firme sono state tantissime. Tutti vogliono l’acqua pubblica, il problema secondo me è l’Europa e quei Trattati tanto osannati che dicono che tutto è mercato. Ma qui si va troppo sul complicato…

Avrei voluto scrivere un post qualche tempo fa con le informazioni su come e dove firmare ma il tempo è passato veloce e ormai si può celebrare questo successo per i promotori di questo referendum e raccontare brevemente su cosa si dovrà votare.

Con il primo quesito si propone l’abrogazione dell’art. 23 bis (dodici commi) della Legge n. 133/2008 , relativo alla privatizzazione dei servizi pubblici di rilevanza economica.

Con il secondo quesito si propone l’abrogazione dell’art. 150 (quattro commi) del D. Lgs. n. 152/2006 (c.d. Codice dell’Ambiente), relativo ala scelta della forma di gestione e procedure di affidamento, segnatamente al servizio idrico integrato.

Con il terzo quesito, infine, si propone l’abrogazione dell’’art. 154 del Decreto Legislativo n. 152/2006 (c.d. Codice dell’Ambiente), limitatamente a quella parte del comma 1 che dispone che la tariffa per il servizio idrico è determinata tenendo conto dell’ “adeguatezza della remunerazione del capitale investito”.

Un referendum importantissimo insomma perché l’Acqua (che è la nostra essenza e senza la quale non si vive) non sia considerata una merce ma un bene pubblico per tutti.

Firmiamo ancora e sopratutto andiamo a votare per il referendum sull’acqua.

Per tutte le info: http://www.acquabenecomune.org/

Foto: interno cisternone (da media-cdn.tripadvisor.com)

Acqua Bene Comuneultima modifica: 2010-06-23T08:32:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Acqua Bene Comune

Lascia un commento