Centrali nucleari a Livorno

centrale_nucleare.jpgSono ben quattro le centrali nucleari che secondo le indiscrezioni dovrebbero essere costruite sulla costa toscana; o meglio, tre sulla costa e una sulla splendida isola di Pianosa.

Sicuramente sarebbe una delle più alte concentrazioni di nuovi impianti rispetto a tutte le altre zone d’Italia. Non ho sentito dichiarazioni ufficiali dei nostri amministratori locali ma la cosa non sembra destare né preoccupazione né irritazione. Tutti gli amministratori appartenenti ai partiti di governo nelle altre regioni si sono invece affrettati a dire che – pur essendo favorevoli alla nuova tecnlolgia – sul loro territorio la cosa non si può fare. In Lombardia, molto significativo, il Presidente regionale Formigoni ha detto che il nucleare non “serve” in quanto la regione sarebbe autosufficiente dal punto di vista energetico. Livorno, seguendo questo ragionamento, non potrebbe essere mai scelta per le nuove centrali in quanto produce credo il 50% di tutta l’energia regionale…

Saremmo invece una provincia perfetta per le energie pulite quali solari ed eolico, invece si pensa solo a tecnologie tradizionali e inquinanti (biomasse con oli inquinanti) oltre a questa nuove centrali nucleari ancora più dannose e pericolose.

Dopo la tragedia giapponese oggi il Governo nazionale sembra ripensare al nucleare, ma bisogna sperare e impegnarsi affinché il referendum del 12 Giugno ponga lo stop definitivo a questa tecnologia che ha dimostrato di essere molto più dannosa che utile.

Un’ultima annotazione la voglio fare sull’utilizzo della lingua italiana. Ogni volta che qualcuno parla di nucleare dopo quello che è successo in Giappone rischia di essere accusato di “strumentalizzare” la tragedia. O come quando qualcuno parla di un politico condannato per corruzione o per rapporti con la mafia, ugualmente strumentalizza… La cosa mi sembra piuttosto ridicola. Direi piuttosto che indurre dati e giudizi dalla realtà costituisce un normale processo logico.

Detto questo, esprimo tutta la mia vicinanza al popolo giapponese; e nutro anche la speranza che, grazie alla sua saggezza millenaria e a causa della recente tragedia, possa diventare una nuova guida per l’umanità per trovare nuove forme di socializzazione e di consumo, e farci capire che la felicità non dipende da quanti KW di energia produciamo.

Centrali nucleari a Livornoultima modifica: 2011-03-23T08:30:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

15 pensieri su “Centrali nucleari a Livorno

  1. Anteprima del tuo commento
    Vista la fonte (ma quali sono gli altri?!), la notizia corretta sarebbe dovuta essere:

    “Nel 1979 selezionati quattro siti nella provincia di Livorno per possibile realizzazione di centrale nucleare”

    Oppure, coerentemente:

    “Sono ben quarantacinque (45!!) le centrali nucleari che secondo le indiscrezioni dovrebbero essere costruite sullo splendido territorio italiano.

    Il che di fatto rende questo articolo decisamente ridicolo oltreché inutilmente fazioso ed allarmista.

    Ma tanto chi si preoccupa mai di verificare le fonti delle informazioni?! L’importante è che siano più eclatanti possibile. La corrispondenza con la realtà tutto sommato è soltanto un optional, inutile ed inopportuno.

    Saluti

  2. Il fatto è che la lista sembra confermata anche per il nuovo programma nucleare. E la difficoltà a reperire informazioni sta anche nel fatto che il Governo ha secretato tutte le procedure… Come mai? Forse perché ha paura che vengano fuori notizie come questa? Un po’ di trasparenza non guasterebbe in materia…

    Sul fatto che a Livorno le centrali siano soltanto due e non quattro, nell’articolo non si dice nulla di diverso perché si parla di costa toscana, fino all’Argentario che è comunque a un tiro di schioppo.

    Continua pure a ridere…

  3. OMG’… ai confini della realtà… Ma che dici?!

    Cito dall’articolo:

    “Centrali nucleari a Livorno.
    Sono ben quattro le centrali nucleari che secondo le indiscrezioni dovrebbero essere costruite sulla costa toscana;”

    Ma leggendo la fonte è ovvio che:
    1°) Il n° di centrali che dovrebbero essere costruite a Livorno è ZERO
    2°) Il n° dei possibili siti per la costruzione di centrali a Livorno, definito nel 1979 è ZERO
    3°) Dei 45 possibili siti per la costruzione di centrali, definiti nel 1979 (MILLENOVECENTOSETTANTANOVE) cioè 32 anni fa, 2 si trovano in provincia di Livorno.

    … nell’articolo non si dice nulla di diverso?! Perché secondo te “potranno sorgere” = “dovrebbero essere costruite” ?!

    Il governo ha secretato le procedure eh! Incredibile.

    D’altronde direi che ha fatto bene. La “secretazione” ha prodotto questo articolo, chissà cosa sarebbe potuto venir fuori senza. Non oso immaginarlo.

    Rido sì, ma non certo del nucleare.
    Quella, è una cosa seria.

  4. Ma hai letto quello che ho scritto?

    Provo a ripetere per punti.
    1) La lista dovrebbe essere la stessa per il NUOVO programma nucleare italiano.
    2) Provincia di Livorno=Livorno. Fino a prova contraria.
    3) Zona Argentario=Costa toscana. A pochissimi chilometri da Livorno.
    4) Che il governo abbia deciso di non rendere noto NULLA del nuovo programma nucleare può certamente ingenerare confusione. Io mi baso sui dati che ho.

    Non mi pare di avere detto nulla di diverso dalla realtà.

    Libero di continuare a ridere.
    A chi legge il giudizio sulla correttezza dell’articolo.
    Saluti.

  5. Si, ho letto quel che hai scritto, e non solo io. Ormai è troppo tardi, dovevi pensarci prima.

    La lista di COSA?! Delle centrali che dovrebbero essere costruite in italia?! Si?!
    Insisti?! Quindi in italia dovrebbero essere costruite 45 centrali si?!
    E poi, DOVREBBE?! E chi lo dice? I parlamentari del PD?!
    Quindi mi stai dicendo che i parlamentari del PD hanno stilato un elenco di siti per la costruzione di centrali in italia…?! Sei sicuro?!

    Questa è bellissima.
    “Ciao mamma vado a Livorno…”
    “A Livorno?! Ma che sei scemo?! E perché quì dove siamo?! A novaiorche?!”
    “No vabbè, volevo dì a Vada, ma ho letto su internett che devo dì Livorno… (fino a prova contraria)”

    Alfa Centauri, pochissimi anni luce dalla Terra (vicinisima a Livorno).
    Speriamo che, chiunque ci abiti, abbia il WiFi, è bene che inizino a prendere atto dei pericoli che corrono.

    Ecco questo (l’ultimo), caro Franco, è il punto più interessante di tutti.
    Ho scherzato dai, spero che tu non te la sia presa, ma questa cosa è particolarmente importante.

    Perché anche se su un piccolo blog di provincia, sarebbe corretto fare informazione, e non disinformazione.
    Piccoli mezzi piccoli danni, grandi mezzi grandi danni, ma il concetto rimane identico.

    Perche no, non è l’assenza di informazioni a(d in)generare confusione. La confusione viene (in)generata proprio da un esubero di informazione che per l’appunto, basandosi sul NULLA, non può altro che essere superficiale, approssimativa, inutile ed infine dannosa. Persino su un blog di provincia.

    Secondo me sarebbe meglio essere sicuri di non aver detto nulla di diverso dalla realtà, e non limitrsi a crederlo. La realtà non è un’opinione.

    Ciacciao

  6. Si potrebbe continuare all’infinito… 🙂

    Questo è un piccolo blog che io però aggiorno con coscienza e quindi la cosa mi sta a cuore. Ti ripeto: con i dati che è possibile avere in mano oggi non credo di aver detto nulla di falso o particolarmente esagerato. (La sicurezza non è di questo mondo, specie (ripeto) quando il Governo nasconde le notizie che dovrebbero essere pubbliche…). Il titolo è necessariamente enfaticamente “giornalistico”, nell’articolo si capisce tutto. Tra l’altro stiamo parlando di un territorio già particolarmente martoriato dall’inquinamento e quindi: meglio aver paure che toccarne…

    Che poi Vada, Piombino, Cecina, l’isola di Pianosa siano in provincia di Livorno non credo ci possano essere dubbi.
    Dimmi dove ho scritto che le centrali potrebbero essere costruite in Piazza Grande (tra l’altro s’è mai vista una centrale nucleare in pieno centro abitato?)… Cerca di essere onesto anche tu!

    Anch’io credo che la bulimia di informazioni possa diventare un problema (ne ho anche scritto su questo blog http://virgiliolivorno.myblog.it/archive/2009/08/02/la-democrazia-e-la-partecipazione-dei-tempi-moderni.html ), ma qui la notizia secondo me c’è tutta. Anche perché nessuno ne parla… Chissà, magari ora si potrà approfondire meglio.

    Ora ti saluto davvero!
    Grazie per i tuoi contributi, spero che continuerai a leggere e partecipare.
    Ciao, Franco.

  7. il nucleare è una cosa serissima…perchè si parla di energia e l’energia è indispensabile…per l’energia si fanno le guerre e disporre di energia rende liberi ( da ricatti …CAPITO?). Quindi abbiamo tre possibilità:
    1- risparmiamo energia fino a portare i consumi ad una percentuale dell’energfia prodotta ( quinid iniziate a spegnere luci, strade, condizionatori etc etc );
    2- si produce piu’ energia in rapporto alle esigenze ( con il nucleare? temo di SI !)
    – si produce con le fonti rinnovabili tutta l’energia che risuciamo a produrre….e “quella ” usiamo….( occhio al bilancio energetico però….) inoltre l’eolico fa danni gravi all’ambiente ed a chi vive vicino alle pale……
    ricapitolando…..
    pensare e valutare con i dati alla mano…basta le chiacchere e gli pseudoesperti…basta con le prese di posizione a priori….
    vivere comporta dei rischi….
    a proposito…bisogna essere coerenti…interrompiamo la linea con la Francia…quella energia viene prodotta con il nucleare ai nostri confini……

  8. Ciao Marco, quindi una volta che avremo il nucleare non avremo più le guerre!?
    Non mi pare che gli stati che hanno il nucleare non facciano le guerre!
    Al di là delle battute, in generale penso che siamo a un punto in cui è necessario capire se questo sistema di produzione sia ancora sostenibile. Alla svelta…

    Ciao.

  9. Ciao Franco,

    Io non voglio il nucleare in Italia, figuriamoci se lo voglio a Livorno o dintorni, comprese le isole!
    Speriamo che non facciano come il degassificatore… nessuno lo voleva e poi fanno come pare a loro.
    Io firmo, scrivo, urlo… continuiamo a farlo tutti!
    Buona giornata di sole!
    Nadia da LIVORNO

Lascia un commento