Modi di dire in cucina: i livornesi a tavola!

arcimboldo.jpgMi hanno sempre fatto ridere delle tipiche espressioni livornesi per descrivere dei piatti della cucina tradizionale. Quello che è certo è che, questi modi fantasiosi di nominare le pietanze, rendono bene l’idea di ciò che ci si appresta a mangiare, anzi non ti verrebbe di chiamarli in altro modo. Ecco qualche ricetta divertente:

 



Cavolo strasci’ato

Utensili: pentola con bordi alti, 1 padella

Ingredienti per 4 persone:

 

      1 kg di cavolfiore

      300 gr di pomodori pelati

      100 gr di olive nere snocciolate

      3 spicchi d’aglio

      olio, peperoncino o pepe

      semi di finocchio (facoltativo)

 

Preparazione

1)  lessare in abbondante acqua salata il cavolo per 10’, quindi tagliarlo a pezzi non troppo grandi e soffriggerlo in olio caldo con aglio

2)  unire quindi i pomodori, il sale ed il peperoncino o pepe (e se si desidera i semi di finocchio) e far cuocere per 10’. Aggiungere le olive qualche minuto prima di spegnere il fuoco.

3)  Servire caldo come contorno a piatti di carne

Vino: Val di Cornia Sangiovese

 

Minestra sui discorsi

Questa io la trovo geniale! Si tratta di una minestra fatta di pochissimi ingredienti: in acqua salata si fa bollire un osso di vitello con vari odori, si filtra e vi si cuoce la pasta.

 

Brodo di sassi (e non è uno scherzo!)

Ricetta povera che oramai non viene fatta più, per ovvi motivi di inquinamento, prevedeva infatti l’utilizzo di sassi presi alla banchina di Livorno, ricche di erbette di mare e bollite in acqua fino ad ottenere un brodo che filtrato serviva per lessare un po’ di pasta. Solo al pensiero di farla oggi mi vengono i brividi!


Ri’otta ‘bria’a (ricotta ubriaca)

Gustosa crema natalizia della cucina povera livornese fatta di pochi ingredienti quali la ricotta, zucchero e nocciole o noci, mandorle tritate, impastati con un bicchierino di liquore, da cui poi il nome di ‘bria’a.

 

Foto:

Arcimboldo, L’imperatore Rodolfo II in veste di Vertumno (1591), Skoklosters slott di Stoccolma

Modi di dire in cucina: i livornesi a tavola!ultima modifica: 2012-01-04T09:36:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento