Il punto sulla questione dell’accesso al mare.

mare.jpg“A Livorno c’è il mare!”… Quando si vuole descrivere la città a chi non la conosce, si sente sempre questa frase che unisce una indubbia evidenza ad una forma di amore viscerale di noi livornesi per il nostro mare.

A Livorno è vero c’è il mare… ed è bellissimo!

Anche quest’anno quindi saranno  favolli (1) e avvenenti fanciulle in costumi minimal, esta-tè e tuffi dagli scogli… e anche quest’anno si riparlerà della questione dell’accesso al mare.

Il mare a Livorno è “di scoglio”. Quindi se fai uno stabilimento balneare blocchi totalmente l’accesso per quel tratto di mare perché è dura passeggiare sulla battigia…

E allora sembrerebbe giusto che fosse consentito a tutti di arrivare a rinfrescarsi i piedi ovunque, anche se ci sono gli stabilmenti uno dietro l’altro… Il mare è di tutti! E chi vuole l’ombrellone e la doccina sembrerebbe sensato che se li potesse pagare a parte.

Così non è purtroppo. Se non paghi (caro!!) non entri.

E allora ci sono battaglie di volenterosi cittadini e associazioni che vogliono cambiare questo stato di cose.  E da un paio d’anni in qua, sempre più convinte per una norma di legge che obbligherebbe gli stabilimenti a fare entrare tutti quelli che vogliono solo accedere al mare.

http://www.ecquologia.it/cms/content/view/1405/28/

http://www.adiconsum.it/index.php?pagina=notizia&idarticolo=271&categoria=8

http://www.repubblica.it/2008/07/sezioni/ambiente/accesso-mare/accesso-mare/accesso-mare.html

Il comma 251 dell’articolo 1 della L.n. 296/2006 (mammamia che fatica…) prevede come criterio generale per le concessioni da rinnovare o rilasciare l’obbligo per gli stabilimenti di consentire l’accesso al mare. Questa è una legge dello stato e andrebbe fatta rispettare…

Questo vuol dire che il Comune nel rilasciare la concessione a chi vuole gestire un tratto di costa deve prevedere (nella concessione) che sia consentito a tutti di accedere al mare.

La battaglia non va condotta contro gli stabilimenti quindi, ma contro il Comune che rilascia la concessione! Perché la legge obbliga i Comuni e non direttamente gli stabilimenti. E’ sottile ma importante questa distinzione, perché gli stabilimenti sono vincolati solo alla concessione e il Comune è vincolato alla legge.

Speriamo che questo sia l’anno buono per avere un accesso per tutti al mare, ovunque.

1. Nota per i non Livornesi: il favollo è un comune granchio ma anche un ragazzo dal fisico parecchio palestrato. Entrambi le tipologie di favollo sono comuni sulle spiagge labroniche.

 

(foto Voirella)