Acquario…

ingresso taglio nastro.JPGSabato ho finalmente visitato l’acquario e grazie ai potenti mezzi di LiperLi sono riuscito anche ad avere un accredito stampa per assistere all’inaugurazione ufficiale con tutti i discorsoni di rito…

Allora, innanzitutto, senza nessuna malevolenza, bisogna dire che -dopo più di undici anni di lavori e almeno dieci date annunciate e poi rinviate nell’ultimo anno- l’inaugurazione si è fatta con l’acquario che era indubitabilmente ancora NON finito: all’esterno il cantiere è ancora assolutamente aperto, all’interno ci sono ancora moltissime cose da fare, non solo dentro le vasche; e questo è abbastanza grave, anche per la pompa magna in cui si è fatta l’inaugurazione e i relativi annunci… Qui sotto alcune foto della situazione a sabato 31 luglio.

 

esterno 1.JPG

esterno 2.JPG

interno 1.JPG

interno 2.JPG

 

 

 

 

 

 

 

Speriamo che prossimamente l’acquario, oltreché aperto, sia anche completato…

Poi, alcune considerazioni sui discorsi inaugurali ascoltati. Per tutti quanti, Sindaco in primis, l’acquario è un’occasione per rendere la città competitiva anche dal punto di vista turistico e servirà anche molto per insegnare ai bambini a conoscere e ad amare il mare… Può darsi che io non sia abituato al linguaggio della politica, ma mi chiedo: come si conciliano queste belle parole con il progetto rigassificatore off-shore, ad esempio?

Va be’, passiamo alle note liete… La cosa positiva è che l’acquario finalmente c’è ed è decisamente bello; o meglio può diventare veramente bello… Molte vasche, alcune grandi alcune meno, ma tutte molto interessanti. I pesci non ci sono ancora tutti e mancano ancora molte indicazioni didascaliche sulla vita del mare e dei pesci, però l’impressione è decisamente positiva. I pesci si possono vedere da vicino e sembrano inseriti bene nel loro habitat. Ulteriore aspetto positivo è che grande importanza è stata data al “nostro” mare e non solo – come spesso succede – ai pesci tropicali. La coreografia interna è anche molto suggestiva con rocce e rumori marini che accompagnano i visitatori (allego qui sotto alcune foto – scusate la qualità si vede che non sono un fotografo…).

pesci 1.JPGpesci 2.JPGpesci 3.JPG

 

 

 

 

 

Ultimo appunto però, il prezzo di ingresso mi sembra decisamente alto. Capisco quanto possano essere impegnativi i costi di gestione, ma 15 euro per il biglietto intero è davvero tanto; anche considerando il fatto che, pure soffermandosi molto, il giro si fa massimo in un’ora.

 

Notte bianca

notte bianca.jpgSabato 31 luglio, c’è la notte bianca a Livorno.
Come ormai tradizione da qualche anno, una notte intera (o quasi…) per festeggiare l’estate. Tra le altre iniziative, come già saprete, ci sarà l’apertura ufficiale dell’acquario… Per ora non ho ricevuto notizie di spostamenti ad altra data! che sia la volta buona!?…
Lascio la parola alla presentazione ufficiale.
E’ Notte Bianca! La notte più lunga dell’estate livornese…
Festa sul lungomare ed in pieno centro: apre il nuovo Acquario “D.Cestoni”, flamenco e giochi di luce in piazza della Repubblica per l’avvio di Effetto Venezia.
ll Mercato Centrale come il Covent Garden, concerti dal vivo, mercatini, balli e buffet, mostre e proiezioni
Sabato 31 luglio a Livorno è Notte Bianca , una straordinaria occasione di festa e promozione per tutto il territorio. Non solo musica, balli, mercatini e buffet ma anche tante iniziative culturali per trascorrere piacevolmente la notte più lunga dell’estate livornese. Mostre, performance teatrali, osservazioni astronomiche e giochi di fuochi invoglieranno ad uscire di casa ed a percorrere la città dal mare al centro fino alle ore piccole. Evento clou della notte sarà  l’inaugurazione dell’Acquario “Diacinto Cestoni” alla  terrazza Mascagni. Dalle 19 alle 24,15  i livornesi potranno infatti  visitare la struttura e calarsi in un affascinante viaggio/immersione alla scoperta del mar Mediterraneo tra natura, scienza ed arte. Tremila mq di superficie espositiva con 20 vasche ed oltre 150 specie di animali.
La Notte Bianca contagerà tutta la città: il lungomare con i suoi locali , il porto, la Fortezza Vecchia ma anche il centro, il mercato centrale e le piazze fino a Montenero. E nel quartiere de la Venezia Effetto Venezia entra nel vivo accendendo i riflettori  nelle Arene Picasso, Garcia Lorca, Kraus e Dalì e sui Palchi Cervantes, Almodovar, Lola Flores e tanti altri. Proprio nella grande arena Garcia Lorca di piazza della Repubblica alle 22.05 si terrà lo spettacolo di apertura Hola! Espana con musica e giochi di fuochi. Due compagnie, impegnate in tre set, renderanno omaggio a Joaquin Rodrigo ed al suo concerto de Aranjuez. Maurizio Colonna, considerato uno dei più grandi chitarristi classici del nostro tempo si esibirà nell’Adagio mentre la famosissima compagnia”Formas Flamenca”, guidata da José Huertas, darà vita ad uno sfrenato flamenco. L’orchestra Massimo De Bernart diretta da Mario Menicagli eseguirà musiche di Bizet e Rodrigo accompagnata da giochi pirotecnici.
E per i più piccoli, sul palco Cervantes di piazza dei Domenicani (ore 21.05) le canzoni più amate dei film Disney (La Sirenetta, la Bella e la Bestia, Tarzan e tante altre) interpretate da giovani cantanti.
Nella notte si potranno visitare i musei della città, le chiese e la sinagoga, ed anche il Mercato Centrale che per l’occasione si trasformerà in un Covent Garden con performance d’arte e musica dal vivo.
Anche in Fortezza Vecchia musica ed arte. E’ previsto un Sangria Party ed a seguire un concerto elettronico.
Foto: intoscana.it

Apre l’acquario… (!?)

acquario cestoni interno.jpgQuesta volta sembra tutto vero… L’acquario Cestoni è finito e apre al pubblico. Dopo più di dieci anni di lavori e almeno quattro o cinque inaugurazioni dovrebbe essere tutto pronto. La data fatidica è segnata per il 31 luglio… di quest’anno! L’apertura ufficiale coinciderà con la notte bianca livornese, quindi apertura serale – dalle 19 a mezzanotte.

Finalmente, chi vorrà potrà ammirare il mondo marino in quest’acquario di cui tanto si è parlato e magnificato… Finalmente, sopratutto, si potrà passeggiare sulla terrazza Mascagni fino in cima senza vedere quello scempio di cantiere.

Speriamo sia la volta buona… non abbiamo più voglia di fare molta ironia…

Foto: Il Tirreno

 

 

Acquario

SDC10932.JPGAltro capitolo della appassionante saga “aggiustiamo la città”, oggi parliamo del mitico acquario.

Sono passati più di dieci anni da quando chiuse per i lavori di ristrutturazione e ampliamento.

Da allora ci sono state già due inaugurazioni e qualche decina di servizi giornalistici sulla bellezza del nuovo progetto.

Ogni volta che leggo un articolo sul giornale penso: “che bello! è quasi pronto finalmente! non vedo l’ora di fare un giro…”.

Ieri ci sono capitato davanti… mi sembrava di aver letto che mancassero solo i pesci…

La foto che ho scattato mostra lo stato dei lavori… E’ un po’ che non ne sento parlare sul giornale ma non mi sembra che manchino solo i pesci…