Premio Ciampi

ciampi.jpg

Quest’anno il Premio Ciampi si terrà a ottobre, dal 12 al 16, e come sempre sarà l’occasione per vedere il meglio della musica d’autore in Italia. Quest’edizione sarà importante anche perché quest’anno si celebrano trent’anni dalla morte dell’autore, scomparso il 19 gennaio 1980.

Vado con la presentazione ufficiale della Associazione Piero Ciampi, rimandandovi al loro sito per ogni e più completa informazione.

Livorno torna a essere il centro della musica d’autore italiana nel nome di Piero Ciampi. Un’edizione, la sedicesima, del Premio “Piero Ciampi”-Città di Livorno, che avrà quest’anno un significato particolare dato che si svolgerà nell’anno del 30° anniversario della morte dell’indimenticato poeta e cantautore livornese. La rassegna avrà la sua serata conclusiva sabato 16 ottobre al Teatro Goldoni con l’esibizione dei vincitori del concorso e degli ospiti che come ogni anno salgono sul palco in onore di Piero Ciampi. Un cast che vede la presenza di Bandabardò con Peppe Voltarelli, Shel Shapiro, Gina Trio con Niccolò Fabi, Gatti Mezzi, Brunori Sas, Simone Felice, Ernesto Bassignano, Sara Loreni (vincitore concorso nazionale), Michela Lombardi (miglior cover di Piero Ciampi)
La Bandabardò fa’ parte di quella schiera di artisti che spesso tornano a respirare l’atmosfera del Ciampi. La band fiorentina, già vincitrice nel 1996 del premio per il miglior album di debutto con “Il circo Mangione”, torna a Livorno dopo la memorabile esibizione del 2005. Con Erriquez e compagni sarà Peppe Voltarelli che partecipò al Ciampi nel 2002 insieme al Parto delle Nuvole Pesanti e Claudio Lolli. E che da alcuni anni ha intrapreso un’eccellente carriera solista.
Shel Shapiro arriva sulla scia di un libro autobiografico che ha raccontato la sua vicenda musicale dai Rokes fino alle esperienze soliste e di produttore. Un volume che sarà presentato nel pomeriggio del 16 alla Goldonetta, prologo dell’esibizione dell’artista.
Ernesto Bassignano, già esponente di spicco del cantautorato romano del Folkstudio, e oggi conduttore radiofonico di “Ho perso il trend” su Radio 1, invece festeggia a Livorno il successo del suo album antologico “Aldilà del mare”.Da Woodstock, arrivaSimone Felice, già componente dei Felice Brothers, che dopo l’esperienza con The Duke and The King affronta una nuova carriera solista, A Livorno, che tradizionalmente dà spazio a un ospite straniero, arriverà dopo l’incisione del suo primo album solista. Simone Felice prosegue il suo percorso musicale fatto di brani di grande fascino grazie a musiche di classe e testi pieni di poesia. Una presenza unica nel panorama internazionale e un’occasione altrettanto unica di ascoltarlo in Italia.