Livorno… quattro per quattro!

Curva Nord Livorno, armando picchi, scuole allo stadio, operai alcoa, livorno calcioAd inizio mese vi avevo parlato dell’iniziativa di alcuni tifosi ed ultras amaranto che in una nottata avevano addobbato molte strade della città con bandiere, striscioni, cartelli inneggianti al Livorno e al rilancio del tifo allo stadio. Già, perchè se è vero che il calcio è lo sport o gioco più seguito e sentito, è altrettanto vero che da evento sportivo vissuto in prima persona è diventato per molti spettacolo o intrattenimento da vedere in tv. E Livorno di questo fenomeno ne ha risentito molto negli ultimi anni. Ma a volte basta poco per far tornare l’entusiasmo e riscoprire cosa vuol dire vedere una partita di calcio, magari di buon calcio, sugli spalti, partecipando in prima persona alla gara con il proprio tifo ed incitamento.

E così l’iniziativa che abbiamo segnalato e ricordato sopra ha avuto il merito e la fortuna di innescare una sorta di rinnovata passione, anche perchè la squadra è partita davvero forte, quattro vittorie per quattro partite e primato in classifica: goal a raffica e gioco divertente, ma soprattutto tanto tanto impegno che è l’aspetto che più preme ai tifosi.

Naturalmente come abbiamo già scritto il cuore di questa passione rinata è la Curva Nord, anima del tifo amaranto e luogo che ancora una volta si distingue per il suo sguardo che va ben oltre i destini di “22 uomini in mutande che rincorrono il pallone” (per recitare la frase luogo comune di chi davvero non si sforza di capire il valore sociale di questo sport/gioco, al di là delle moltissime contraddizioni, soprattutto in Italia, che lo contraddistinguono): non è un caso infatti che dal cuore della curva sia sabato, che durante la prima partita casalinga siano stati esposti striscioni in solidarietà a chi sta vivendo giorni drammatici come ad esempio gli operai dell’Alcoa. 

Più viva del solito anche la Gradinata (ancora per metà vuota: anche perchè il biglietto costa e non sarebbe male in questi tempi di crisi tenere i prezzi bassi e dare la possibilità a molte più persone di godersi lo stadio ed il Livorno) dove tra gli altri hanno assistito alla bella vittoria contro l’Empoli (4 a 2) anche cinquanta bambini delle scuole Primarie Carducci, che hanno inaugurato il bel progetto “Scuole allo Stadio”, elaborato dal Livorno Calcio in collaborazione con la Questura di Livorno, l’Ufficio Scolastico Provinciale e l’Atl che si pone l’obbiettivo di far conoscere ai più piccoli il Livorno, la sua Storia ed il suo Stadio.

Anche loro crediamo abbiano capito il perchè quando gioca il Livorno “io non resto a casa!”.

 

Prossimo appuntamento all’Armando Picchi martedì 25 settembre alle ore 20.45 contro il Cittadella. Tutti e tutte sotto i riflettori a tifare Livorno!

 

 

Foto: by Amex (alelivorno.it)

 

 

Info:

http://www.alelivorno.it/

 http://www.livornocalcio.it/

 

Quando il tifo colora le strade

livorno calcio, striscioni amaranto, curva nordUna delle grandi passioni della città di Livorno è da sempre l’attaccamento alla gloriosa squadra di calcio e alla maglia amaranto che la contraddistingue. Città e squadra sono sempre state fortemente legate l’una all’altra e lo Stadio Comunale di Ardenza, poi intitolato ad “Armando Picchi”, è sempre stato il luogo eletto per esprimere e ciclicamente rinsaldare questo legame.

Negli ultimi anni, per varie ragioni che non sto qui ad affrontare, questo legame sembra essersi un po’ indebolito ed allo stadio da tempo ormai non si vedono più i pienoni di una volta: i gradoni e gli spalti spesso regalano scorci tristi e desolanti.

Ad ogni modo, il campionato del Livorno Calcio (che ai meno e alle meno avvezze ricordiamo che gioca in Serie B) è ripartito con una convincente vittoria in trasferta e stasera (si è lunedì.. ma ormai è da anni che il calcio non è più appuntamento esclusivo della domenica: la legge della tv commerciale è implacabile) la squadra amaranto gioca la prima di campionato in casa.

Vuoi perchè è lunedì sera, vuoi perchè il meteo sembra promettere nuvole e pioggia, non credo che stasera l’Armando Picchi si riempia, ma sono sicura che il vero cuore pulsante dello stadio (e diciamolo, a volte sembra esserlo anche dell’intera città) ovvero la Curva Nord regalerà una cornice di pubblico dignitosa ed orgogliosa dei propri colori.

Da circa una settimana infatti molte strade della città sono state “colorate” d’amaranto (il blitz notturno è scattato tra lunedì e martedì) con bandierine, cartelli e striscioni che incitano la squadra e soprattutto invitano i livornesi a svegliarsi e tornare allo stadio.

Una iniziativa promossa da quel che resta del tifo caldo labronico, da quel che resta dei cosiddetti “ultras” amaranto, una iniziativa che ha suscitato naturalmente grande attenzione e clamore ed innescato immancabili polemiche da tastiera: già, perchè da dietro un computer criticare i gesti altrui è sempre molto comodo.

A me ha fatto piacere girare per la città ed imbattermi in questi cartelli e striscioni che speriamo davvero contribuiscano a riaccendere una passione collettiva che è davvero troppo importante, al di là del calcio in se, per Livorno e la sua storia.

Che dire, ci vediamo allo stadio!