Corti di Sabbia…piccoli film in riva al mare!


corti di sabbia, bagni vittorio emanuele, calambrone, diego collaveri, paolo e marco bruciati, marco sisiCome sapete questo blog è dedicato a Livorno. Beh, per una volta sconfiniamo… ed arriviamo al Calambrone, (provincia di Pisa per ora), località di Mare tra Livorno e Tirrenia (nota per le ex Colonie di Mare, molte delle quali negli ultimi anni, ripristinate od in via di riqualificazione). Non siamo ai Caraibi, è chiaro. Ma ci sono comunque il mare, la sabbia e questi sì, splendidi tramonti.

Perché vi sto “portando” al Calambrone?

Perché è li che si trovano (lungo la via Tirreno al n. 68 i Bagni Vittorio Emanuele, stabilimento balneare che ospita la prima edizione del Festival Corti di Sabbia, iniziativa dedicata al cortometraggio cinematografico e all’audiovisivo breve in genere promossa dall’Associazione Stranamente di Livorno (che credevate.. questo blog è imprescindibile da Livorno) nell’ambito di una più vasta progettualità, attivata dall’iniziativa di Patrizia Romano e Veronica Socci, che spazia dalla letteratura (“Scritti sulla Sabbia”) al teatro (“Palcoscenico sulla Sabbia”), all’espressività artistica (“Color Sabbia”) denominata BIANCO SABBIA, organizzata in collaborazione proprio con la gestione dei Bagni V.E.

Il Festival, che è poi un Concorso con tanto di Bando, giuria popolare e giuria tecnica (anche questa tutta labronica: dal regista e montatore Marco Sisi, allo scrittore e sceneggiatore Diego Collaveri, ai videomakers Paolo e Marco Bruciati), è partito domenica 29 Luglio e si è articolato nelle altre due domeniche successive d’Agosto: in queste tre serate sono stati proiettati sia i corti in concorso che altri lavori fuori concorso.

Domenica prossima, 19 agosto, si tireranno invece le somme durante la serata finale del Festival, durante la quale saranno proiettati i corti finalisti e naturalmente poi decretati e poi premiati i vincitori.

Una serata quindi da non perdere e consigliata vivamente a tutti ed a tutte le amanti del cinema, dell’audivisivo, e dello star bene in generale.

 

 

 

 www.facebook.com/CortidiSabbia

 

Foto: www.bagnivittorioemanuele.it

 

La Nave

carneigra.jpgL’ultima volta si parlava di traghetti e attraversate… Oggi ripartiamo con la Nave dei Carneigra. Di loro ho già parlato molto qui sul blog: un gruppo di grandi musicisti che mischia le atmosfere mediterranee con l’ironia tipica del nostro pezzo di costa. Oggi volevo presentare anche e sopratutto il loro video di questa canzone. Bellissimo, magico, ipnotico (infatti io lo utilizzo improprianente anche per zittire il bimbo quando nient’altro funziona…); pensato/girato/realizzato da due fratelli Videomaker livornesi, Paolo e Marco Bruciati (i nostri fratelli Wachoski?…) con le opere di Stefano Pilato.

Non ho idea di quale danni cerebrali sto causando a mio figlio, ma vi avverto che se lo vedete anche solo una volta fischietterete per tutto il giorno fino alla noia…

PS: non so se si è capito che ho finalmente imparato a caricare i video sul blog… (questo è anche in hd…)

Vado con La Nave.