Centro Artistico Grattacielo

elio-germano.jpgGià iniziata la nuova stagione al Grattacielo, il teatro laboratorio di via del Platano. Il cartellone denominato “teatri d’autunno” è iniziato proprio questo weekend e proseguirà fino alla fine dell’anno, con produzioni interessanti ed eterogenee.

Quest’anno, un nome su tutti: Elio Germano vincitore della Palma d’Oro all’ultimo festival di Cannes per la migliore interpretazione maschile… Scusate se è poco!… A Livorno sabato 11 dicembre.

Ecco di seguito il programma completo. Per tutte le altre informazioni (loboratori, progetti, corsi di teatro, ecc…), vi rimando al sito del Centro

DaTo danzaintoscana

Venerdì 29 ottobre ore 21.30

Passo

progetto Ambra Senatore

coreografia Ambra Senatore

in collaborazione con Caterina Basso, Claudia Catarzi, Matteo Ceccarelli, Elisa Ferrari, Tommaso Monza

Progetto vincitore del PREMIO EQUILIBRIO 2009 DELLA FONDAZIONE MUSICA PER ROMA

Passo ruota intorno a due macroquestioni: da un lato il rapporto tra realtà e finzione, il limite tra il dentro e il fuori della scrittura scenica, tra partitura e imprevisto; dall’altro la relazione, il rapporto tra individuo e collettività.



teatri d’Autunno 010

Sabato 6 novembre ore 21.30

Due cani. Ovvero la tragica farsa di Sacco e Vanzetti

di e con Paolo Mazzarelli e Lino Musella

Due cani è un gioco sul teatro, è uno squarcio su una farsa tragica realmente avvenuta, ma è anche un tentativo di guardare più in là. Infatti, tanto Sacco e Vanzetti, quanto i due attori un po’ “cani” che li interpretano, reagiscono nel corso dello spettacolo al gioco di qualcuno, qualcuno che non si vede ma che esiste, qualcuno che sta più in alto, che modella e modifica le due coppie, portandole ognuna verso il proprio destino, ma allo stesso tempo portandole a confondersi l’una con l’altra, in un gioco di specchi tra ieri e oggi, tra storia e teatro, tra palcoscenico e tribunale, tra divertimento e commozione, tra arte e potere.



DaTo danzaintoscana

Venerdì 12 novembre ore 21.30

Ilynx. Assolo in ritornello

primo episodio del progetto Homo Ludens

ideazione, coreografia e danza Simona Bertozzi

musiche Egle Sommacal (dal vivo)

luci Roberto Passuti

Produzione 2009

Ilynx è la parola greca utilizzata dal sociologo francese Roger Callois per distinguere tutte le tipologie di gioco connesse ad uno stato di vertigine, di vortice, estasi, vuoto di stomaco e smarrimento.

Sono le regole i cardini del gioco e in Ilynx fungono da nutrimento alla fantasia, alla memoria del suo paesaggio umano. Ilynx incanala l’entropia della vertigine partendo proprio dal suo strapiombo temporale e stressando, da subito, l’immagine da cui partire: un’età del corpo.



DaTo danzaintoscana

Venerdì 19 novembre ore 21.30

Romeo e Romeo

coreografia Teatro Instabile di Aosta

con Marco Augusto Chenevier e Eugenio Di Vito

regia Daniella De Panfilis

Romeo e Romeo parlano d’amore giocando come due bambini, danzano, si vestono, si baciano, si picchiano e raccontano questa storia. I sentimenti non hanno sesso. Romeo ama Romeo, tutto qui.

Una storia senza tempo sullo sfondo di un’altra Verona, in cui due giovani non moriranno affatto di quest’amore, ma danzeranno sempre la loro felicità.



teatri d’Autunno 010

Sabato 27 novembre ore 21.30

Il premio Dostoevskij

di e con Silvia Garbuggino e Gaetano Ventriglia

Uno spettacolo sul presente e sul teatro. Su una cosa- il teatro, appunto- che sul presente dovrebbe riuscire a incidere, svelando la bellezza (o suscitandone il desiderio) sotto le macerie, e che invece è spesso ridotto soltanto ad un concorso a premi. Una serie di scene tratte dai capolavori di F. Dostoevskij, intervallati da sketches di varietà anni ’30, davanti a una fantomatica giuria che dovrà decidere dell’assegnazione di un premio inesistente.



teatri d’Autunno 010

Venerdì e sabato 4 dicembre ore 21.30

W l’Italia!

di Alessandro Brucioni e Michele Crestacci

con Michele Crestacci

regia Alessandro Brucioni

Una cavalcata onirica della storia di uno strano paese. Un uomo in cerca di una trama, di un punto di vista e di un modo di raccontarlo. Per capire i mille irrisolti enigmi, per capirne il sapore, l’odore, le rovine e le eccellenze. Per capire chi siamo e come ci sentiamo, per capire se c’è una storia che può essere raccontata senza retorica, senza dramma, senza credervi troppo. Il ritratto di un paese e di un popolo.



DaTo danzaintoscana

Venerdì 10 dicembre ore 21.30

Alice’s Room

adattamento, drammaturgia e coreografie Giovanna Velardi

con Giovanna Velardi, Alice Zanoni, Giuseppe Muscarello, Simona Miraglia

costumi Dora Argento

disegno luci Danila Blasi

Alice’s Room prende spunto da Alice nel paese delle meraviglie.

Un contrasto tra il “potere” che si manifesta nell’oggi incarnato da una regina di ieri, simbolo della borghesia esautorata.

Alice sognante è già fuori da un mondo incancrenito e attraverso l’ironia dà senso alla sua identità.

Un contrasto tra potere e potenza, una scena polarizzata da due simboli, l’etica e la morale, norma e pratica di una relazione che è la capacità di relazione con un mondo.



teatri d’Autunno 010

Sabato 11 dicembre ore 21.30

Thom Pain (basato sul niente)

di Will Eno

con ELIO GERMANO Palma d’oro a Cannes per l’interpretazione maschile

produzione Bam Teatro – Infinito snc

Che tipo curioso, Thom Pain. Antieroe solitario, amante tormentato, pazzo, esistenzialista, comico, caustico, prestigiatore, consigliere, canaglia, confessore, seduttore, ottimista ferito e pessimista speranzoso.



Giovedì 16, venerdì 17, sabato 18 ore 21.30

Enrico IV (parte prima)

di William Shakespeare

regia Simone Fulciniti

produzione Piccolo teatro Città di Livorno

 

Foto: alcinema.info

Teatro Goldoni

goldoni.jpgPresentata ufficialmente la stagione 2009/2010 del Goldoni, primo teatro cittadino: prosa, concertistica, lirica e danza. Molti appuntamenti, alcuni interessanti, altri meno come spesso succede…

Ci sono varie possibilità di acquisto, promozioni e abbonamento, un po’ per tutti i gusti.

Si parte 2-3 dicembre con Filumena Marturano di Eduardo De Filippo con Lina Sastri, un’attrice eccezionale; poi teatro civile con Marco Paolini e il suo ultimo spettacolo – La macchina del capo (con le musiche di Lorenzo Monguzzi – Mercanti di Liquore) ad Aprile; per i concerti, ci saranno tra gli altri l’Orchestra della Toscana e Freddy Kempf nei concerti per piano e orchestra di Chopin (Gennaio), e ancora Vovka Ashkenazy (Febbraio), Bollani (Febbraio) e anche un particolare concerto di Mario Brunello (Pensavo Fosse Bach) con videoproiezioni di Vinicio Capossela… sempre a Febbraio.

Poi danza e lirica, una serie di personaggi TV molto popolari, e tante altre cose…

Il programma completo lo trovate qui: http://www.goldoniteatro.it/downloads/2010/cartella_stampa.pdf

Il tutto nella cornice dello splendido teatro Goldoni, che rende più bello ogni spettacolo già per la sua maestosità. Chi non ci è mai stato (possibile?…), vada assolutamente per un qualunque spettacolo, anche solo per il teatro!…

Se qualcuno vuole commentare la stagione, lo faccia qui di seguito.

Ricordo invece che questo weekend al Goldoni c’è il Premio Ciampi, di cui abbiamo già parlato questa settimana.

foto: Bizzi