Triglie alla livornese

Oggi propongo un altrotriglielivornese.jpg piatto della nostra cucina. Le triglie alla livornese.

Le triglie rosse sono quasi il simbolo della città e sono un po’ liscose ma squisite.

Si possono fare in molti modi e ovviamente sono anche nel già descritto caciucco. Io “alla livornese” le faccio più o meno così, se voi le fate in modo diverso ditemelo!…

da: www.cucinare.meglio.it

Lavate le triglie sotto l’acqua corrente, togliete le interiora, squamatele delicatamente con la lama di un coltello e ponetele su un piatto.
Fate scaldare tre cucchiai d’olio d’oliva in una casseruola e soffriggetevi gli spicchi d’aglio schiacciati, per 2-3 minuti a calore medio.
Togliete l’aglio e mettete nel recipiente la cipolla tritata.
Lasciatela appassire dolcemente per un paio di minuti, poi aggiungete i pomodori sbucciati, privati dei semi e spezzettati, condite con il sale necessario e una macinata di pepe e fate cuocere a calore moderato per circa 20 minuti.
Passate le triglie nella farina facendo in modo che ne siano completamente rivestite, poi friggetele in una padella con abbondante olio d’oliva caldo per circa 10 minuti.
Quando sono ben dorate, scolatele e ponetele su un foglio di carta assorbente da cucina, per eliminare l’unto assorbito in eccesso, quindi trasferitele nella casseruola con la salsa di pomodoro.
Fatele insaporire per una decina di minuti a calore moderato e cospargetele con il prezzemolo tritato un attimo prima di toglierle dal fuoco.
Trasferite le triglie e il loro sughetto su un piatto di portata caldo e servite.

 

foto da: www.lospicchiodaglio.it